Windows 11 Insider Preview rende più difficile per gli utenti passare a Chrome per impostazione predefinita

Ora che Edge è basato su Chromium, potresti pensare che sarebbe quasi identico a Chrome, ma sia Google che Microsoft hanno mantenuto esperienze completamente separate e distinte anche se i loro team di sviluppo lavorano a stretto contatto. Ad esempio, Edge ha implementato la funzione Trova coupon prima che Chrome la aggiungesse ai nuovi moduli della pagina delle schede tramite l’esperienza del carrello Chrome ed era già stata aggiunta nelle schede verticali mentre Chrome si allontanava da essa.

Tuttavia, il fatto che sia di proprietà di due società completamente diverse con filosofie molto diverse sulla tecnologia e sui dati degli utenti è una ragione sufficiente per gli utenti per scegliere una fazione. Per questo motivo, è chiaro che gli utenti Chrome che testano Windows 11 Insider Preview iniziano la loro esperienza desktop installando il browser di loro scelta, che non è una nuova alternativa a Microsoft Internet Explorer.

Annunci

All’inizio, Insider Preview ha rispettato la scelta dell’utente di passare a Chrome come browser predefinito e ci sono voluti solo pochi clic: uno per scegliere Chrome dall’elenco e un altro per dire a Edge di perdersi dopo un suggerimento molto diretto per farlo una prova prima di cambiare. Ora, Tom Warren di The Verge ha scoperto che Windows 11 ora costringe gli utenti a passare attraverso una miriade di associazioni di tipi di file e a passare manualmente da Edge a Chrome.

Ciò significa che invece di selezionare Chrome una volta, dovrai selezionarlo undici volte (HTM, HTML, PDF, SHTML, SVG, WEBP, XHT, XHTML, FTP, HTTP, HTTPS). Dai un’occhiata al tweet di Tom qui sotto mentre esegue scrupolosamente il processo un elemento alla volta per lui Rapporto.

READ  Minecraft Streamer Dream commenta l'annuncio di Minecon Live 2021

Annunci

“Siamo sempre più preoccupati per il trend su Windows,

“Da Windows 10, gli utenti hanno dovuto eseguire passaggi aggiuntivi e non necessari per impostare e mantenere le impostazioni predefinite del browser. Queste barriere sono quanto meno confuse e sembrano progettate per minare la scelta di un browser non Microsoft da parte dell’utente. “

Selina Dickleman, vicepresidente senior di Firefox per il bordo

Questo è ovviamente molto preoccupante, ma non inaspettato. Microsoft possiede Windows, quindi tecnicamente può fare tutto ciò che vuole, proprio come ha fatto Google con Chrome OS. Tuttavia, Windows 11 non si chiama Edge OS, quindi la società probabilmente lo risolverà prima di spedire il nuovo sistema operativo brillante in modo che non irriti milioni di utenti. Diversi professionisti del settore sono intervenuti per rilasciare una dichiarazione su questa decisione di rendere più difficile il passaggio ai browser Web predefiniti nei primi test di build di Windows, tra cui il vicepresidente senior di Firefox, Hiroshi Lockheimer, lo stesso vicepresidente senior di Google.

Questo è dell’azienda che afferma di essere la più aperta, con la “scelta più grande”. Spero che questa sia solo un’anteprima per gli sviluppatori e che la versione di spedizione di Windows 11 soddisfi le loro richieste. Questo è lontano dalla “scelta”.

Hiroshi Lockheimer – Vicepresidente senior di Google – Twitter

Molti dei follower di Hiroshi erano su Twitter veloce per Sottolinea il fatto che Chrome OS non consente direttamente l’installazione di una versione completa di Edge e anche il cambio di browser predefinito su Android richiede diversi clic. Un utente ha specificamente preso di mira le sue preoccupazioni su Microsoft dicendo che Google è preoccupato solo che la decisione di Microsoft influenzerà direttamente il numero di utenti che lavorano in Chrome piuttosto che in Edge. Ovviamente molte parti sono divise su questo come vedrai quando leggerai le risposte ai tweet, ma voglio conoscere i tuoi pensieri nei commenti qui sotto!

Annunci

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x