Yellen si prepara a boicottare il G-20 a causa dell’invasione

WASHINGTON – Il segretario al Tesoro Janet Yellen boicotterà diversi incontri del potente Gruppo dei 20 questa settimana per protestare contro l’invasione russa dell’Ucraina, con una conferenza a Washington che emergerà come un importante test per i leader mondiali che hanno condannato la guerra.

Yellen parteciperà alla sessione di apertura della riunione odierna dei ministri delle finanze del G20 per mostrare sostegno al ministro delle finanze ucraino, che si è recato da Kiev per partecipare alla conferenza, secondo un funzionario del Tesoro che ha parlato in condizione di anonimato per rilasciare dettagli. per la progettazione interna. Ma il funzionario ha detto che Yellen salterà ulteriori sessioni sulla presenza russa. Il ministro delle finanze russo Anton Siluanov dovrebbe partecipare virtualmente alla conferenza. Siluanov è stato soggetto alle sanzioni statunitensi all’inizio di quest’anno.

Gli incontri di questa settimana – il primo raduno del G-20 dall’inizio della guerra – si distinguono come un barometro di come i principali organismi internazionali del mondo stanno rispondendo all’aggressione russa. Molti dei paesi del G20 hanno condannato la Russia, ma alcuni dei suoi membri più influenti, come Cina e India, no. Molti dei paesi più ricchi del mondo, inclusa la maggior parte dell’Europa, rimangono fortemente dipendenti dal petrolio e dal gas naturale russi anche dopo l’invasione, evidenziando quanto sia intrecciata l’economia russa con il resto del mondo nonostante le pesanti sanzioni degli Stati Uniti e dei suoi alleati. imposto alla guerra.

Il funzionario del Tesoro ha detto che la Yellen denuncerà gli incontri a cui partecipa sull’invasione russa e farà pressioni affinché la Russia venga rimossa dalle istituzioni finanziarie globali. Nessuna delle nazioni industrializzate del Gruppo dei Sette ha partecipato a un boicottaggio completo degli incontri, secondo una persona che ha familiarità con l’agenda di Yellen che ha parlato a condizione di anonimato per condividere i dettagli della pianificazione.

READ  I principali funzionari finanziari del G20 discutono delle strategie di uscita dalla crisi del coronavirus

“Sebbene il segretario Yellen e i nostri partner continueranno a lavorare in solidarietà per portare avanti l’importante lavoro del G-20, esprimerà anche la nostra ferma condanna della brutalità di Putin e chiarirà che i meriti e i privilegi delle principali istituzioni economiche del mondo… sono riservato alle nazioni che dimostrano il loro rispetto per i principi fondamentali di pace e sicurezza in tutto il mondo”, ha affermato un funzionario del Tesoro.

Alcuni critici hanno suggerito che Yellen rimanesse nella stanza per affrontare direttamente la Russia sulle sue azioni, sostenendo che gli incontri rappresentavano una rara opportunità per i funzionari statunitensi di sfidare gli sforzi bellici del Cremlino. La Yellen potrebbe saltare le sessioni del G-20 sulla finanza sostenibile a cui dovrebbe partecipare anche il suo omologo russo Siluanov, ad esempio.

“Penso che sia un errore: entrare in qualsiasi forum in cui gli Stati Uniti possono articolare la nostra posizione è meglio che cedere territorio o cedere il campo di battaglia alla Russia”, ha affermato Ariel Cohen, ricercatore presso l’Eurasia Center del Consiglio Atlantico. “Capisco che molte delegazioni non sono specialisti in comunicazione, ma possono essere addestrate… possono rendere indesiderabile la presenza della Russia lì”.

L’impasse sulla partecipazione al G-20 riflette un problema più ampio e crescente per i politici statunitensi che sperano di influenzare un mondo con rivali economici sempre più potenti. Il Gruppo dei Sette nazioni più piccole, la maggior parte delle quali sono stretti alleati degli Stati Uniti, era più unito nel condannare la Russia. Ma con la crescita del potere economico di paesi come la Cina e l’India, i leader occidentali sono stati sempre più costretti a collaborare con loro per influenzare il sistema economico globale. Ciò ha accresciuto l’importanza del più ampio G-20, sebbene l’influenza di questo organismo rimanga più difficile per gli Stati Uniti.

READ  Il Pakistan ha subito un'interruzione di corrente a livello nazionale

ha affermato Mark Sobel, che ha trascorso quattro decenni lavorando su questioni economiche internazionali presso il Dipartimento del Tesoro e ora è un consulente senior del Center for Strategic and International Studies, un think tank. “Per guidare davvero l’economia globale, è necessario un gruppo più grande del G7”.

Il presidente Biden aveva precedentemente chiesto l’espulsione della Russia dal G-20 per l’invasione dell’Ucraina. Il G-20 è composto da 20 delle più grandi economie del mondo. Il gruppo non ha un processo esistente per espellere i suoi membri, secondo Sobel, ma potrebbe essere possibile sospendere l’adesione della Russia se emergerà un consenso in tal senso.

Questa settimana, Yellen incontrerà anche il primo ministro ucraino Denis Shmyal e funzionari economici internazionali tra cui i ministri delle finanze dell’Arabia Saudita e dell’Italia, il governatore della Banca d’Inghilterra e il commissario europeo per l’Economia.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x