Zaniolo nega di aver vinto nel finale del pareggio della Roma con il Genoa | Il Guardian Nigeria Notizie

A Niccol Zaniolo è stata negata la gloria in ritardo per la Roma sabato dopo che una vittoria nei minuti di recupero contro il Genoa è stata esclusa dopo una procedura di assistente video arbitrale (VAR) in un pareggio a reti inviolate che ha lasciato le sue sottili speranze in Champions League appese a un filo.

Considerato uno dei giocatori più talentuosi d’Italia, Zaniolo ha segnato un potente rasoterra dal limite dell’area al 91′ allo Stadio Olimpico e poi ha colpito i tifosi di casa in festa con fervore.

Tuttavia, gli applausi del pubblico si sono trasformati in derisione quando Tammy Abraham, dopo una revisione sul campo di Rosario Abisu, è stato giudicato fallo quando ha messo piede a Johan Vazquez in preparazione al gol.

Zaniolo, 22 anni, è stato successivamente espulso per aver protestato contro la decisione e Jose Mourinho ha dovuto fermarlo dopo il fischio finale, che in seguito ha espresso la sua frustrazione a DAZN.

Mourinho si è lamentato: “Se è un errore, non è più calcio”.

“Dobbiamo chiamarlo in altro modo. Abbiamo bisogno di un nome diverso, perché è uno sport diverso”.

Un punto deludente allo Stadio Olimpico ha portato la squadra di Mourinho a quattro punti dalle prime quattro dopo aver giocato due partite in più dell’Atalanta, quarta, prima della sfida casalinga con il Cagliari nel primo pomeriggio di domenica.

Ha dominato il gioco come previsto, ma non è riuscito a fare molto contro il Genoa, ben allenato dal nuovo allenatore Alexandre Plessin, ma è rimasto secondo dal fondo e quattro punti dalla zona di sicurezza.

READ  Tsitsipas ha padroneggiato Nishikori al Miami Open

Anche Leo Ostegaard non ha preso un cartellino rosso consecutivo a poco più di 20 minuti dalla fine per aiutare la Roma a sfondare un muro di difensori, mentre il Genoa ha stretto ulteriormente le proprie fila e ha segnato il secondo pareggio in due partite con Plessin.

La Roma è anche a tre punti dalla Juventus, quinta, che domenica sera ospiterà il Verona, e il neo-neonato Dusan Vlahovic farà il suo debutto per il 36 volte campione d’Italia.

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha detto che Vlahovic, che co-guida le liste dei marcatori in Serie A con 17 gol, è uno dei migliori attaccanti del mondo, “insieme a (Erling) Haaland e (Kylian) Mbappe”.

Sabato sera si gioca la partita più importante del weekend, con il derby di Milano tra due squadre in lizza per il titolo.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x