Zara Connolly: Superare il sessismo e la chirurgia salvavita per ottenere un ruolo emozionante al Manchester United | calcio | gli sport

Zara Connolly è diventata famosa negli ultimi anni come una giovane presentatrice di talento che si esercita nella classe 92 di Salford City e Manchester United. La sua personalità contagiosa è stata ampiamente acclamata, sia pubblicamente che dietro le quinte, ma molti hanno contribuito a ottenere un ruolo da sogno in una delle più grandi squadre di calcio del mondo.

Zahra, 26 anni, ha iniziato come studentessa di giornalismo radiofonico all’Università di Salford con l’obiettivo finale di diventare una presentatrice a tempo pieno. L’esperienza lavorativa che ha avuto allo United durante il suo primo anno di università, che si occupava dell’app ufficiale del club nei giorni delle partite, è stata una sorpresa dato che era disponibile solo per gli studenti del terzo anno.

Ma Zahra è rimasta colpita e presto si è trasformata in una festa di presentazione nel popolare programma social del club Fan Forecast: ha raccolto oltre 1 milione di visualizzazioni su Twitter e 800.000 su Facebook. Da quell’opportunità sono arrivate più opportunità, in particolare una richiesta da parte di Sky Sports di recarsi ad Anfield e collaborare con Gary Neville contro la squadra di tifosi del Liverpool di Jamie Carragher.

Neville, l’icona dello United e co-proprietaria di Salford, è rimasta particolarmente colpita dalla chiusura di Zara Carragher durante il dibattito e, con sua sorpresa, ha inviato un’e-mail all’invito alla riunione pochi giorni dopo. Ha visto qualcosa dentro di lei e gli è stato offerto un ruolo a tempo pieno come presentatore per Salford, creando contenuti per i loro canali online.

Era il suo primo concerto a tempo pieno nei media sportivi e la spinta iniziale alla sua carriera, ma solo due mesi dopo, nel dicembre 2017, una diagnosi di colite ulcerosa ha provocato un intervento chirurgico salvavita. Dopo che le è stato detto che i suoi giorni a tempo pieno erano finiti, ha sottolineato l’importanza del ruolo svolto dal Salford come club nella sua guarigione.

ho detto Sport Espresso: “Salford è stato eccezionale con me e mi hanno supportato così tanto. A dicembre 2017 mi è stata diagnosticata una colite ulcerosa e ho subito un intervento chirurgico importante nel 2018-19 per salvarmi la vita. Con questa malattia, mi è stato detto che era estremamente improbabile che sarei stato in grado di continuare a lavorare nello sport come corro nei campi e mi alleno sette giorni su sette. Ma con l’aiuto del club e del team di fisioterapia, posso tornare a (abbastanza vicino) me stesso!

READ  Italia e Spagna aprono le semifinali con l'epico replay di Euro 2020 - News Sport, Firstpost

Alcuni anni dopo, Zara è passata da un periodo memorabile al Salford, durante il quale è stata al centro della loro promozione alla Football League nel 2019. Ha fatto domanda con successo per un ruolo di produttrice a tempo pieno e assistente presentatrice allo United e ha prosperato in Da allora l’Old Trafford.

“Il mio ruolo allo United è davvero divertente”, ha spiegato Connolly. “Faccio molte cose diverse ogni giorno! Un giorno posso fare una presentazione, il prossimo posso premere i pulsanti EVS nella galleria. È un ruolo fantastico in cui partecipare perché posso creare così tanti tipi diversi di contenuti e venire con le idee e prosegui”.

Tuttavia, c’è ancora un nemico comune nel calcio e in altri sport e, nonostante il suo talento e il successo in così giovane età, ha sperimentato alti livelli di sessismo sui social media. Tale abuso discriminatorio è inevitabile quando si esibisce in una posizione basata sui media. Ma ha elogiato campagne come “HerGameToo” che affrontano attivamente il problema e fanno del calcio un gioco per tutti.

Ha continuato: “Penso che i social media siano un ottimo strumento perché danno a tutti una voce, ma penso anche che possano fare molti danni senza un adeguato controllo. Sono stata odiata online per il mio lavoro nel calcio. Mi è stato detto I soliti commenti per “Torna in cucina” o “Perché parli di calcio?” Poi a volte diventa del tutto personale e ci saranno persone che non hai mai incontrato che ti chiedono di essere licenziato o, peggio ancora, di mandarti minacce di morte.

“Diventa davvero doloroso, e devi solo segnalarlo e poi cercare di superarlo come desideri che con una maggiore esposizione a questo tipo di cose, le organizzazioni di social media come Twitter mettano in atto più misure di sicurezza per affrontare gli abusi che le persone vengono esposte online. Aiuta davvero avere nuove campagne in questo momento, come “HerGameToo”, che affronteranno questo tipo di problemi perché odiamo tenere i giovani talenti fuori dallo sport a causa del modo in cui le persone ti trattano online”.

READ  I migliori takeaway del Draft WNBA 2021

L’abuso di Zara è penetrato in situazioni del mondo reale lontano dall’Old Trafford. Facendo semplicemente il suo lavoro tra la folla dominata dagli uomini, è stata presa di mira con un vile sessismo e, in un’occasione, “catturata” da un aggressore. In risposta, Zaraa ha esortato chiunque si trovi nello stesso scenario sul posto di lavoro o in occasione di eventi sportivi a segnalarlo.

Connolly ha ammesso: “Non ho sofferto di sessismo allo United. Tuttavia, l’ho sperimentato quando ero per altri motivi”. “Ricordo in particolare quando stavo filmando una storia di Instagram sul mio telefono e c’era un ragazzo ubriaco che mi urlava insulti per tutto il tempo in cui stavo lavorando. Ho cercato di ignorarlo, ma è letteralmente uscito dal palco portandomi a rimproverarci il campo dove c’ero io “solo per attirare l’attenzione”.

“Mi ha davvero spaventato, a dire il vero, ma per fortuna i padroni di casa hanno segnato subito e lui è stato espulso. Mi ha anche fatto capire che tutto ciò che si sente offensivo o offensivo dovrebbe essere segnalato immediatamente perché non c’è posto per le persone in sport del genere”.

Scavando più a fondo nella sua posizione allo United, Zara ha spiegato che ci sono più maschi che femmine che lavorano nel dipartimento dei media. Tuttavia, ha elogiato i tentativi dei Red Devils di incoraggiare una maggiore rappresentanza femminile nel club, suscitando l’incentivo che era qualcosa di cui essere orgogliosi.

Le “Modelli femminili” dello United aiutano a fare esattamente questo, mentre il club è anche coinvolto in varie campagne come “Change the Game”. Zara ritiene che tali passi da parte dello United e di altri club porteranno a un rapporto più equilibrato tra maschi e femmine nei media sportivi nei prossimi anni.

“Direi che, in generale, ci sono molti più maschi che femmine, che è quello che ti aspetteresti. Ma United è bravissimo nell’incoraggiare più donne sul posto di lavoro. Solo negli ultimi due mesi ho visto webinar che hanno ispirato le donne a eventi sportivi e altro ancora Da questo attraverso il loro “Change the Game”. In tutto questo, hanno dimostrato che essere donne in questo settore è una risorsa e qualcosa di cui dovremmo essere orgogliosi allo United.

READ  La pattinatrice russa Shcherbakova vince il Grand Prix in Italia e Khromykh è al secondo posto

“Ci sono modelli incredibili nella mia squadra. Lavoro a stretto contatto con un produttore chiamato Heidi, che mi ha accolto, e poi hai modelli come il COO Collete Roche, il che è anche fantastico. Onestamente penso che se gli dessi cinque anni, lì sarebbe sicuramente un equilibrio più equo tra il rapporto tra il posto di lavoro maschile e quello femminile”.

All’inizio di quest’anno, la Manchester United Foundation ha celebrato il suo 15° anniversario per aiutare le nuove generazioni a giocare a calcio a Manchester e dintorni. Zaraa ha elogiato i tentativi della Fondazione di incoraggiare le ragazze ad entrare nel mondo del calcio.

“La Manchester United Foundation è eccezionale nell’incoraggiare le ragazze a praticare sport poiché hanno così tante opportunità e persino nell’offrire educazione calcistica attraverso il loro corso RTC. La fondazione sta anche lavorando per promuovere la partecipazione femminile allo sport andando a scuola e consentendo alle ragazze di Partecipare allo sport in giovane età, quindi per loro è naturale, che è legato al percorso verso la prima squadra”.

Zara fa la sua parte nel calcio femminile, mantenendo i suoi legami con Neville e Salford gestendo la squadra “Lionoes” del club. I comproprietari hanno creato l’Open Age Team per promuovere la partecipazione femminile al bellissimo gioco, che fa parte del suo cuore e della sua anima.

“Una cosa di cui sono davvero orgoglioso è che gestisco una squadra femminile aperta, i Salford City Lions. La squadra è costruita dai proprietari del Salford City per aumentare la partecipazione femminile allo sport e renderlo disponibile a tutti, gratuitamente – giocare per il bene della comunità in modo che il talento prevalga e nient’altro si metta in mezzo.

“È così importante per questo! A Salford abbiamo alcune ragazze in quel corso, e ne sono così grate perché ha aperto loro un percorso in cui potevano giocare e imparare il loro mestiere, ma anche avere una pianificazione di riserva mentre imparavano i corsi. come lo sport e l’alimentazione!”

Zaraa ha detto in un messaggio alle donne che aspirano a entrare nei media sportivi e nello sport in generale Sport Espresso Dovresti essere il tuo “più grande fan” e “Se lavori sodo, raccoglierai i frutti”.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x