Zarco rivela le istruzioni della Ducati per combattere Bagnaia, la speranza del titolo MotoGP

Zarco ha concluso al quarto posto il Gran Premio della Thailandia di domenica dopo aver esercitato pressioni su Bajnaya nelle fasi finali per raggiungere l’ultimo sul podio.

Il pilota Pramac è stato attento a come ha affrontato la lotta, con Bagnaia che è stata la principale speranza della Ducati in campionato e ora due punti dietro Fabio Quartararo dopo che il pilota Yamaha ha lottato per il 17° posto in Thailandia.

Non vedendo un modo pulito per superare Bajnaya, Zarko è scivolato indietro per finire quarto.

Ma Zarco ha rivelato che fin dalla gara di San Marino, la Ducati aveva ordinato a tutti i suoi piloti di non lottare troppo contro Bagnaya in posizioni che non fossero vittorie o podi.

“è chiaro. [I can be] categoricamente su Mark e meno fermamente su Beko”, ha detto Zarco a Channel+.

“La pista si è davvero asciugata negli ultimi cinque giri, gli ultimi quattro, ed era troppo tardi per pensare di vincere, ma comunque… prima riuscivo a superare Pecco, forse potevo provare qualcosa e farla franca. [Miguel] Oliveira.

“Ma siccome c’era solo una linea e quando siamo partiti la moto ha sbandato è stato comunque complicato, sono passati due giri e due soste prima del traguardo abbiamo visto che la vittoria non c’era.

“Quindi è stato bello giocare in modo intelligente. Queste sono le condizioni in cui aspiro a vincere, perché mi sento a mio agio in queste condizioni.

“Speravo si asciugasse un po’ prima, perché all’inizio con molta acqua era così complicato, non si vedeva il passeggero davanti, quindi anche se si frena in ritardo… si può probabilmente passerà, ma non vuoi che succeda anche il disastro.

READ  High & Low Winery rinomina, rafforza menu e riapre a Little Italy

“Ed è quello che è stato difficile nella lotta. È stato un buon weekend e una bella gara, perché il quarto posto in condizioni come questa è lungo, è difficile, ma è bello finire a punti, un buon posto e quasi un podio… diciamo [I] Parti per Pecco.

Johann Zarko, Pramac Racing

Foto di: Gold and Goose / foto di sport motoristici

Visto che a Misano abbiamo delle indicazioni relative alla gara, è difficile da applicare quando non siamo in lotta con Pecco, e finora non è stato così.

Ma oggi era così, e per trionfare la Ducati non vieta nulla; Per posti diversi dalla piattaforma, si diamo il vantaggio a Pecco. Ma qui, date le circostanze, questa era la vittoria a cui dovevamo puntare. Il quarto è molto buono”.

L’alta dirigenza della Ducati è stata vista dirigersi direttamente al box di Pramac dopo la gara, con Zarco che ha affermato che il direttore generale del marchio Gigi Daligna credeva che la sua decisione di non forzare la causa al terzo posto con Bagnaya fosse “nobile”.

“Manca il campionato, ho già perso molte gare [to score points]E, come posso dire… Gigi era molto emotivo.

“Per lasciare il podio pensava di essere un gentiluomo per me. Ma abbiamo visto che ero a mio agio, ma una volta lasciato questo [racing] La serie di vittorie si è fatta rischiosa ed è stato un peccato fare un grosso errore.

“Ecco fatto. Sono stato ben accolto dalla Ducati, mi hanno detto grazie mille”.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x