― Advertisement ―

spot_img
HomeEconomyZelensky continua la sua offensiva diplomatica per stringere le viti alla Russia...

Zelensky continua la sua offensiva diplomatica per stringere le viti alla Russia | Notizie della guerra tra Russia e Ucraina

La visita del leader ucraino a Hiroshima ha spinto gli sforzi del G7 per strangolare l’economia russa in cima a una fitta agenda.

Hiroshima, Giappone – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha intrapreso una raffica di diplomazia con i leader internazionali in Giappone, spostando fermamente l’attenzione del vertice del G7 verso gli sforzi per porre fine alla guerra della Russia in Ucraina che dura da 15 mesi.

La visita a sorpresa di Zelensky a Hiroshima sabato sera, dopo le precedenti notizie secondo cui avrebbe partecipato solo online, ha immediatamente spinto gli sforzi del G7 per strangolare l’economia russa in cima a un’agenda affollata che ha toccato questioni che vanno dall’ascesa della Cina al rapido progresso dell’artificialità . Intelligenza.

Poco dopo l’atterraggio in Giappone su un aereo francese, sulla scia di visite sibilanti in Europa e in Arabia Saudita, Zelensky ha affermato che il vertice sarà un’opportunità per “rafforzare la cooperazione per la nostra vittoria”.

“La pace si avvicinerà oggi”, ha detto sul suo account Twitter ufficiale.

Sabato scorso il presidente francese Emmanuel Macron ha salutato la partecipazione di Zelensky al vertice come un “punto di svolta”.

A poche ore dal suo arrivo a Hiroshima, Zelensky, che chiede sanzioni più severe alla Russia e più aiuti e armi per l’Ucraina, ha tenuto colloqui bilaterali con il primo ministro indiano Narendra Modi, il primo ministro britannico Rishi Sunak, il cancelliere tedesco Olaf Schultz e l’italiana Giorgia Meloni. E Macron.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e il presidente francese Emmanuel Macron si stringono la mano durante il vertice dei leader del G7 a Hiroshima, in Giappone.[Ukrainian Presidential Press Service/Handout via Reuters]

I colloqui del leader ucraino con Modi sono stati particolarmente significativi in ​​quanto il leader indiano era tra i numerosi leader non G7 presenti al vertice che erano riluttanti a unirsi alla campagna di pressione su Mosca.

Modi non ha condannato direttamente l’invasione russa e il suo paese ha aumentato le sue importazioni di petrolio, carbone e gas russo dallo scoppio della guerra nel febbraio 2022, il che ha contribuito a mitigare l’impatto delle sanzioni sull’economia russa, che è stata contratta di meno del previsto. 2,1 per cento l’anno scorso.

Sebbene l’incontro tra Zelensky e Modi non abbia determinato un cambiamento immediato nella posizione di New Delhi, i colloqui sono apparsi cordiali e produttivi.

Zelensky ha ringraziato Modi per il suo “sostegno all’integrità territoriale e alla sovranità del nostro Paese”, mentre il suo omologo indiano si è impegnato a fare “tutto il possibile” per risolvere la crisi in Ucraina.

Tuttavia, Zelensky potrebbe avere difficoltà a convincere i leader del Sud del mondo come Modi e il presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva, che ha detto che “non ha senso ora” incolpare il conflitto, ad assumere una posizione più energica contro Mosca.

“La posizione dell’India sulla guerra in Ucraina è supportata dal sentimento popolare in India”, ha detto ad Al Jazeera Archana Upadhyay, professore presso il Centro per gli studi russi e dell’Asia centrale presso l’Università Jawaharlal Nehru di Nuova Delhi.

“I romanzi occidentali hanno pochi spettatori qui.”

Obadhyay ha affermato che mentre portare tutte le parti interessate al tavolo dei negoziati dovrebbe essere responsabilità di tutti, ciò non significa che la Russia “è stata ostracizzata o probabilmente sarà evitata”.

“Le cause della guerra sono molto più complesse di quanto l’Occidente sia disposto ad ammettere”, ha detto.

Il primo ministro giapponese Fumio Kishida, ospite di quest’anno del Gruppo dei Sette maggiori nazioni industriali, ha ampliato la lista degli ospiti mentre cerca il sostegno delle nazioni in via di sviluppo e di media potenza per affrontare le sfide globali, compreso il conflitto in Ucraina.

READ  Come sarà la nuova Alitalia

Kishida ha assunto la posizione di gran lunga più forte della regione contro la Russia, descrivendo il conflitto come una violazione dell’ordine internazionale basato sulle regole che è alla base della pace e della sicurezza in tutti i paesi, compreso il suo.

Il leader giapponese, che ha portato Tokyo a intraprendere il suo più grande rafforzamento militare dalla seconda guerra mondiale, ha più volte collegato la difficile situazione dell’Ucraina al destino di Taiwan, che la Cina sostiene abbia il diritto di “riunificare” con la Cina continentale, anche con la forza se necessario .

Mentre il G-7 è ancora influente, la sua quota dell’economia globale è scesa da circa il 70% negli anni ’80 al 44% di oggi, il che significa che la sua capacità di stringere le viti sulla Russia è limitata senza comprare dalla più ampia comunità internazionale.

Domenica, ultimo giorno del vertice, Zelensky si unirà ai leader del G7 e inviterà i non membri, tra cui India, Indonesia e Brasile, per colloqui sulla pace e la stabilità globali.

Zelensky dovrebbe anche tenere più colloqui bilaterali con i leader mondiali, tra cui il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e Kishida.