Zelensky ringrazia l’Italia dopo la distruzione dell’iconico teatro: “Ricostruiremo il Paese…” | notizie dal mondo

Le forze russe avrebbero bombardato un cinema a Mariupol, in Ucraina, dove si sono rifugiati più di mille civili.

Secondo Kiev, le immagini dei civili estratti dalle macerie durante le operazioni di salvataggio erano alcune delle immagini iconiche della sopravvivenza un giorno dopo che un famoso teatro era stato preso di mira nella città portuale di Mariupol in Ucraina. È stato riferito che più di 50 persone sono morte non appena è arrivata la notizia, ed è probabile che il totale sia molto più alto. Il teatro ospitò più di mille persone che si rifugiarono nel mezzo dell’attacco. Ora l’Italia si è offerta di ricostruire il teatro.

In un tweet, il ministro della Cultura italiano Dario Franceschini ha dichiarato giovedì: “L’Italia è pronta a ricostruire il Teatro Mariupol. Il Consiglio dei Ministri ha approvato la mia proposta di fornire risorse e mezzi all’Ucraina per la sua ricostruzione il più rapidamente possibile. I teatri di tutti i paesi appartengono a tutti dell’umanità”.

Per saperne di più: “Ucraina de-nazista?” Non è vero: il forte carisma di Arnold Schwarzenegger. Guadare

Giovedì, l’Ucraina ha affermato che le forze russe hanno bombardato un cinema dove si erano rifugiati più di mille civili. In un post sul servizio di messaggistica di Telegram, il consiglio comunale di Mariupol ha dichiarato: “Gli invasori hanno distrutto il teatro drammatico. Un luogo dove si sono rifugiate più di mille persone. Non lo perdoneremo mai”.

Secondo i funzionari, più di mille persone, compresi i bambini, si sono rifugiate. Il sindaco di Mariupol Vadim Boychenko ha condannato l’attacco definendolo una “orribile tragedia”. “Alcune persone sono state abbastanza fortunate da sopravvivere, ma sfortunatamente non tutte sono state così fortunate”, ha aggiunto.

READ  Rivelata la shortlist degli International Academy Awards: Elenco completo - Scadenza

Il ministero della Difesa russo ha negato le accuse e ha affermato che il battaglione nazionalista ucraino Azov aveva distrutto il teatro. Il ministero ha inoltre affermato che i civili sono stati presi “in ostaggio” nel teatro delle operazioni. D’altra parte, le immagini satellitari pubblicate dall’AFP tre giorni prima dell’attacco mostrano “bambini” scritti in russo sul fronte e sul retro dell’edificio.

Gli attacchi russi contro l’Ucraina sono ora entrati nella loro quarta settimana. Milioni di persone sono state costrette a fuggire dal paese dilaniato dalla guerra.

Per saperne di più: Cosa è successo all’Ucraina dopo l’invasione russa? 5 scenari

storia vicina

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x