Zelensky “senza parole” dopo che i bombardamenti hanno distrutto un museo dedicato al poeta Hryhoriy Skovoroda

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto sabato di essere rimasto senza parole dopo che i bombardamenti russi hanno distrutto un museo dedicato al filosofo e poeta del 18° secolo Hryhory Skovoroda.

L’attacco notturno nel villaggio di Skovorodynivka, nell’Ucraina orientale, ha colpito il tetto del museo, dando fuoco all’edificio e ferendo una guardia di 35 anni. Il governatore della regione di Kharkiv Ole Senegubov ha affermato che gli oggetti più preziosi sono stati spostati prima per motivi di sicurezza.

Con la storia digitale dell’Ucraina che rischia di essere cancellata, i canadesi uniscono gli sforzi per preservarla

Come Bocha risorge dalle ceneri dopo l’occupazione russa

“Ogni giorno di questo la guerraL’esercito russo sta facendo qualcosa per lasciarmi senza parole. Ma il giorno dopo, fa qualcos’altro che ti fa sentire di nuovo lo stesso”, ha detto Zelensky in un discorso video a tarda notte.

“Gli scioperi contro i musei – anche i terroristi non ci penserebbero. Ma questo è il tipo di esercito contro cui stiamo combattendo.

Skovoroda, di origine cosacca ucraina, trascorse gli ultimi anni della sua vita nel villaggio di Ivanovka, che in seguito fu ribattezzato in suo onore – Skovorodynivka.

“Quest’anno ricorre il 300° anniversario della nascita del grande filosofo”, ha detto Senegubov in un post sui social media. “Gli occupanti possono distruggere il museo in cui Hrihori Skovoroda ha lavorato negli ultimi anni della sua vita e dove è sepolto. Ma non distruggeranno la nostra memoria e i nostri valori”.

Mosca descrive le sue azioni come una “operazione militare speciale” per disarmare l’Ucraina e liberarla da quello che chiama nazionalismo anti-russo alimentato dall’Occidente. L’Ucraina e l’Occidente affermano che la Russia ha lanciato un atto di aggressione ingiustificato.

READ  Diversi sono morti in un incidente che ha coinvolto la squadra di golf degli Stati Uniti sudoccidentali

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x