A Christmas Tale: The Third Life of Alex Zanardi

Era il 19 giugno quando Alex ZanardiDurante una staffetta di beneficenza, si è scontrato con la sua handbike, un veicolo pesante, Segnala un grave trauma cranicoMa rimanendo cosciente, riuscì persino a parlare prima di essere portato via da un elicottero. Subito dopo il telegiornale è scattato, e sembrava si stesse riprendendo, poi ancora un problema, una nuova operazione per ridurre l’edema cerebrale, per un totale di cinque interventi, tre trasferimenti, prima a Siena, poi a San Rafael di Milano e infine a Padova nel reparto di neurochirurgia. C’è stato un tempo che tutti noi dovevamo perdere Perché Alex fa ormai parte di quei beni nazionali dichiarati patrimonio dell’UNESCOEravamo agganciati alla TV, in attesa di bollettini ospedalieri o aggiornamenti familiari, una foto di suo figlio Nicolò su Instagram, che ci ha fatto tirare un sospiro di sollievo, che ci ha fatto sperare.

Poiché quest’uomo enorme dal potere gigantesco ci ha fatto male abituare, ci siamo abituati all’impossibile, che ha perso le gambe in Germania nel 2001 in un terribile incidente, amputato di netto a causa del fidanzamento, ha ricevuto un severo pettine dal cappellano dal ring ma nel giro di un anno è tornato a camminare arti Sintetico, annunciando al mondo intero una frase che è rimasta storica: “Quando mi sono svegliato senza gambe, ho guardato la metà rimanente, non quella persa”, oppure quando dopo aver vinto la medaglia d’oro alle Paralimpiadi ha detto: “A volte non hai bisogno di due gambe per stare in piedi.” Tronco alto, tricolore avvolto nella sedia a rotelle.

Ma questa volta la paura è davvero tanta, l’urto è molto violento, e lui non è più in macchina, ma con una bicicletta che può guidare con le mani, solo con il casco, e l’incidente non è nemmeno con una macchina, ma con un camion. È come se il destino servisse una mano con una possibilità di vittoria, come se la sofferenza del passato non bastasse, come se la vita si sentisse ancora così benedetta nella sua incapacità di piegarla. Per non romperlo. Quindi l’incidente di Schumacher nel 2013 è ancora relativamente nuovo, un incidente che purtroppo ha cambiato la vita del pilota e Dalla sua famigliaPerché da quel giorno nessuno è più riuscito a vederlo né a sentire la sua voce né il rumore della sua macchina, perché Michael non si è mai alzato da quel letto. Quindi ignori questi pensieri perché hai ripetuto a te stesso che sarebbe stato diverso per Alex, perché non è un uomo normale, non fa parte degli esseri umani, È come Iron Man, è davvero Iron Man.

READ  Il ritorno del ninja - Cagliari Calcio

E poi, mentre la più bella favola di Natale arriva la notizia che tutti stavamo aspettando, diamo finalmente una spinta per quest’anno 2020, Zanardi Ha fatto bene con il pollice, cercando la sua amata moglie Daniela Che, insieme a suo figlio, non lo ha mai lasciato solo. Un progetto gigantesco, un miracolo che solo uno come lui poteva realizzare, perché ha inscritto ovunque la sua associazione con questa vita. guarda guarda. Senti e senti. Non ha ancora parlato, ma solo perché per precauzione tengono ancora aperta l’apertura della trachea, che presto potrà essere richiusa. Invece, il cranio in realtà ha chiuso, dopo essere stato ricostruito, un frammento di scheggia. E il suo cervello, che vive dentro questa scatola, ha stupito tutti, ripristinando una ad una le sue funzioni. Il suo viso, quel viso meraviglioso che i suoi occhi celesti fissano, torna a quello che era prima, con gli stessi piccoli buchi sulle guance quando sorride e le stesse linee di espressione. Ancora una volta contro tutte le aspettative umane Un’impresa impossibile divenne possibile. Sarebbero stati crediti del suo essere, e invece di noi Alla terza vita Da questo formidabile pilota, che sembra semplicemente essere un’evocazione di un essere umano. Tutti sapevano che non sarebbe finita finché non fosse finita.

Da oggi abbiamo un nuovo supereroe. Ze de Zanardi.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x