A differenza del risultato finale, contro l'Italia è stata una partita difficile: Schopman

A differenza del risultato finale, contro l'Italia è stata una partita difficile: Schopman

Le prime tre squadre del torneo si qualificano per le Olimpiadi di Parigi. “Abbiamo imparato da ogni partita. Nella prima partita non abbiamo giocato bene. La seconda è stata davvero buona e avevamo il controllo. Questa partita è stata un po' dura, abbiamo faticato un po'”, ha detto Schoopman dopo la partita.

“L’insegnamento da qui è che abbiamo combattuto di nuovo contro noi stessi in questa partita e abbiamo iniziato a prendere il controllo.

E ha aggiunto: “L'Italia è una squadra difficile contro cui giocare. Hanno grandi qualità e giocano duro. L'olandese ha aggiunto: “Molte lezioni apprese”.

Schoopman ha elogiato Odetta Dohan, che martedì ha segnato una doppietta nella sua 100esima partita internazionale.

“Deepika non era disponibile per la maggior parte dei PC, quindi Udita è stata una buona scelta.” “Deepika ha un buon colpo veloce e lo fa davvero bene in allenamento. L'unica volta che ha lanciato la palla, abbiamo commesso un errore nel fermare la palla. C'era molta pressione su quel tiro (calcio di rigore). Eravamo solo 1-0 in più.” Schopman ha detto che a un certo punto non era una fan del modo in cui stava giocando la squadra.

Questo gioco è difficile da giocare. Sappiamo che tutti parlano di gol e alla fine dobbiamo giocare a hockey, ma nei primi due quarti non abbiamo giocato bene. Abbiamo lottato contro noi stessi durante la partita”. L'allenatore non ha intenzione di cambiare lo stile di Odita nel tirare i rigori.

“Lei (Odetta) si sente bene nello schiaffeggiare, quindi non ho alcun problema. Odetta ha preso lo schiaffo ed è molto pericoloso. Ha anche una buona mentalità, esegue bene le sue abilità e ne sono felice. Il torneo attuale è molto stressante per ogni squadra”, ha detto Schoopman.

READ  Kate O'Connor: atleta newyorkese ha battuto il suo record irlandese di eptathlon con il secondo posto in Italia

“Abbiamo bisogno di due finali per qualificarci. La gente non lo sa, ma questo torneo è molto stressante perché tutti volevano essere tra i primi quattro e avere la possibilità di andare a Parigi. Anche l'Italia ha avuto una possibilità oggi quando la Nuova Zelanda ha perso contro lo United. Erano Sanno che se vincono possono qualificarsi.” PTI S S S S S S S S S S S S S S S S S S S S S S S S

Questo rapporto viene generato automaticamente da PTI News Service. ThePrint non si assume alcuna responsabilità per il suo contenuto.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x