― Advertisement ―

spot_img

Paolini e Mozzetti alzano il tricolore in gare storiche

LONDRA - Un mese fa gli appassionati di sport italiani avrebbero potuto pensare che questa settimana avrebbero guardato la loro squadra difendere il titolo...
HomesportAnteprima squadra: FC Ballkani | Larne Fc

Anteprima squadra: FC Ballkani | Larne Fc

Mentre la clamorosa sconfitta di mercoledì contro l’HJK ha significato la fine della campagna di Champions League degli Inver Reds, la saga europea di quest’estate è tutt’altro che conclusa con i campioni del Kosovo dell’FC Ballkani che attendono il secondo turno di qualificazione di Europa League.

I Balkani hanno perso anche al primo ostacolo delle qualificazioni alla Champions League dopo aver perso complessivamente 4-2 contro il bulgaro Ludogorets. Questo nonostante abbia scioccato molti nel calcio europeo con una vittoria casalinga per 2-0 allo Stade Fadil Fukre grazie ai gol di Meriton Krenica e Kindrem Zeba. Tuttavia, è stato in gran parte un pareggio in due tempi visto che sono caduti 4-0 a Razgrad.

Le origini del club risalgono al 1947 quando un gruppo di sportivi fondò il Club Renia, inizialmente un club polisportivo fino al 1952 quando entrò ufficialmente nel sistema del campionato di calcio jugoslavo nei campionati regionali del Kosovo. Il loro nome è stato ufficialmente cambiato in FC Ballkani nel 1965, quando il club è stato rilevato da Balkan Chemical and Rubber con sede nella loro città natale di Suva Rica. La Suva Rica ha una popolazione di appena 10.500 abitanti, il che la rende poco più della metà di Larn!

Il Kosovo ha avuto un recente passato turbolento con la guerra civile nel paese per tutti gli anni ’90 e anche il club ha vissuto periodi turbolenti durante questo periodo. Sono stati uno dei fondatori della Lega del Kosovo nel 1995, che si è staccata dalla Federcalcio jugoslava ed è stata fondata quattro anni prima che le Nazioni Unite fondassero la Repubblica del Kosovo.

Nel 2008 è stata costituita la Repubblica Indipendente del Kosovo e la Kosovo Premier League è diventata la massima lega ufficiale della nazione, dopo aver trascorso gran parte della sua storia come confederazione regionale della Jugoslavia. Il Balkany FC, come molti club, ha lottato in tempo di pace immediato ed è sceso in terza divisione. Hanno fatto un breve ritorno nella massima serie nel 2010, ma sono rimasti solo per una stagione e hanno dovuto aspettare fino al 2017 per tornare in Superliga.

READ  Dean Smith attribuisce all'atteggiamento e alla mentalità di Ole Watkins il merito di aver ricordato l'Inghilterra

Quando il club è stato formato per la prima volta, indossavano il bianco ma hanno cambiato i loro colori ufficiali in arancione e nero nel 1973 dopo essere stati ispirati dalla squadra olandese dell’epoca di Johan Cruyff. Quello è stato il primo anno in cui hanno raggiunto la vetta dei campionati regionali del Kosovo e hanno mantenuto quei colori fino ad oggi.

Come Larne, i Gabriels hanno fatto la storia negli ultimi anni vincendo anche il loro primo titolo di major league. Hanno vinto un anno fa nella stagione 2021/22 e la scorsa stagione hanno ottenuto ciò che gli Inver Reds stanno cercando di fare la prossima stagione e mantenere il titolo.

Con la Federcalcio del Kosovo (KFF) che ha ottenuto l’adesione alla UEFA solo nel 2016, non c’è storia di club del Kosovo nelle competizioni europee. L’estate del 2017 ha visto il Trepka 89 accedere alla prima fase di qualificazione della UEFA Champions League entrando nella storia come prima squadra kosovara a partecipare alle competizioni UEFA. Tuttavia, la squadra ha subito una sconfitta complessiva per 6-2 contro il Vikingur delle Isole Faroe, mentre il Pristina non è andato meglio della sconfitta per 6-0 contro gli svedesi del Norrkoping in Europa League.

La stagione successiva, i campioni del Drita hanno segnato la prima vittoria del Kosovo in Europa con una vittoria per 2-0 dopo i tempi supplementari in Andorra contro l’FC Santa Coloma nel turno preliminare di qualificazione della UEFA Champions League. Pristina li ha seguiti una settimana dopo battendo l’Europa FC di Gibilterra 5-0 in casa in Europa League per la loro prima vittoria casalinga in Kosovo – e in 90 minuti!

Da allora, nomi noti come Feyenoord, Legia Warsaw, APOEL e Slovan Bratislava hanno fatto il viaggio a “The Field of Blackbirds” per i pareggi idonei. La scorsa stagione è stata la prima incursione in assoluto dell’FC Ballkani in Europa, e dire che è andata bene è un eufemismo.

Come quest’anno, sono caduti al primo ostacolo delle qualificazioni alla Champions League dopo i tempi supplementari contro lo Zalgiris della Lituania, il che significa che sono caduti in Conference League. Qui, ha eliminato clinicamente La Fiorita di San Marino 10-0 complessivo prima di schiacciare le Isole Faroe ai calci di rigore contro il KA Klaksvik. Ciò li ha lasciati a un round dal diventare la prima squadra kosovara a raggiungere la fase a gironi di una grande competizione UEFA, e lo hanno fatto sconfiggendo la squadra macedone dello Shkopi 3-1 in due gare.

Sono stati sorteggiati in un girone insieme a Slavia Praga, CFR Cluj e Sivasspor, e nonostante siano arrivati ​​ultimi nel girone con soli quattro punti, hanno ottenuto un’incredibile vittoria sul Sivaspor in Turchia. In una partita che li ha visti passare in svantaggio dopo meno di un minuto e pareggiare nei tempi di recupero, il gol al 94′ di Ermal Krasniqi ha siglato un’impressionante vittoria per 4-3 in una serata che rimarrà nei libri di storia del club.

I Balkani non sono l’unica squadra kosovara a partecipare agli Europei di questa estate. Come la Premier League, quattro squadre della Superliga si sono qualificate per l’Europa con Gijliani, Dukagjini e Drita che entrano tutte nella Conference League. Quest’ultimo è entrato nel secondo turno e dovrà affrontare una dura prova contro il giocatore di Champions League Viktoria Plzen.

L’ex giocatore è stato eliminato al primo turno dal Progress Niederkorn del Lussemburgo, mentre Dukagjini ha battuto l’Europa Club e ora affronterà i croati del Rijeka.

Per quanto riguarda Lacani, questo incontro con gli uomini di Tiernan Lynch passerà alla storia come la prima volta che due club del Kosovo e dell’Irlanda del Nord si sono incontrati. Arriva dopo che la partita di Linfield con Drita nel 2020 è stata assegnata ai Blues dopo lo scoppio del coronavirus nel campo del Kosovo.

Le due nazionali si sono affrontate nella UEFA Nations League dello scorso anno, con i padroni di casa che sono arrivati ​​primi in entrambe le occasioni. La partita si è svolta nel giugno 2022 al Fadil Fokry Stadium, dove martedì ospiterà l’andata. Oltre ad ospitare le partite della nazionale, ospita Pristina ma ospiterà tutte le imprese europee del Kosovo essendo l’unico stadio standard UEFA del paese. Il solito stadio Suva Reka City di Balkani ospita solo 1.500 spettatori, quindi gli Inver Reds si schiereranno nello stadio da 14.000 posti che prende il nome dalla leggenda del calcio kosovaro.

READ  L'Italia convoca Locatelli, ma Bonucci è assente nella prima squadra di Spalletti

Il titolo è stato vinto lo scorso anno in grande stile con un’imbattibilità di 11 partite per finire la stagione. Questo subito dopo a febbraio e marzo li ha visti senza vittorie in cinque ed eliminati dalla Coppa del Kosovo per mano di Pristina.

Il club è gestito dal veterano albanese Ilir Daga, che è subentrato a Bekim Isoufi nel gennaio 2022 e ha guidato il club fino allo storico primo titolo e ha ripetuto il trucco la scorsa stagione.

Il fattore più importante del successo della scorsa stagione è stato l’attaccante Albion Rahmani, che ha segnato 22 gol in 35 partite di campionato ed è stato l’unico giocatore del campionato nazionale ad essere convocato in nazionale per le qualificazioni a Euro 2024 del mese scorso con Romania e Bielorussia. Di recente sono stati convocati anche il difensore Lombard Dillova e il centrocampista Lyndon Emerlahu, mentre il difensore Lornec Trashi, arrivato quest’estate dal club kuwaitiano di Qadsiya, è un nazionale albanese a tutti gli effetti.

Un altro portiere albanese, Enea Koleci, è arrivato quest’estate da Giljani, in sostituzione del connazionale Stevie Frasheri, che è passato dopo aver trascorso gran parte dell’anno scorso. Nel frattempo, i suddetti giocatori Ermal Krasniqi e Meriton Korenica saranno i protagonisti di questa partita.

Viaggio nell’ignoto Larne Un’altra estate per il calcio europeo, ma speriamo che questa guida ti faccia conoscere meglio i nostri prossimi due avversari!

Scritto da Marco Strano. Foto dall’account Twitter ufficiale @fcballkani.