Antichi manufatti confiscati al miliardario americano tra 142 oggetti saccheggiati restituiti in Italia – KION546

Oscar Olanda, CNN

I funzionari di New York hanno restituito all’Italia quasi 14 milioni di dollari in manufatti rubati, comprese dozzine di manufatti. ha preso il sopravvento Dal miliardario americano Michael Steinhardt.

Secondo l’ufficio del procuratore generale di Manhattan, più di un terzo dei 142 oggetti consegnati alla cerimonia di mercoledì erano precedentemente di proprietà dell’ex gestore di hedge fund, che un tempo era tra i più importanti collezionisti di oggetti d’antiquariato del mondo.

Tra i reperti riportati a casa c’è un affresco di 2000 anni che raffigura un giovane Ercole che strangola un serpente. Per un valore stimato di 1 milione di dollari, è stato saccheggiato da un sito archeologico vicino al Vesuvio in Italia nel 1995.

Nello stesso anno, secondo gli investigatori, Steinhardt acquistò l’attività senza vedere prove della sua storia di proprietà. Tra gli articoli restituiti c’erano altri 47 articoli della sua collezione.

In un comunicato, il Console Generale d’Italia a New York, Fabrizio Di Michele, ha affermato che il risarcimento è “molto importante per il nostro Paese”.

L’annuncio segue un’indagine durata anni con Steinhardt, che ha evitato le accuse dopo aver consegnato 180 manufatti, per un valore di quasi 70 milioni di dollari, e ha accettato quello che i funzionari hanno descritto come un divieto a vita “senza precedenti” sull’acquisizione di antichità.

Negli ultimi mesi sono stati ritrovati oggetti della sua collezione – da statue e sculture, a maschere d’orociotole e utensili cerimoniali – paesi tra cui Iraq, Israele e Turchia hanno riportato indietro.

Tra questi c’era una statua in marmo da 1,2 milioni di dollari della testa di una donna velata che è stata restituita in Libia a gennaio. Nel frattempo, un elmo ritenuto appartenuto al padre di Alessandro Magno, Filippo di Macedonia, fu consegnato alla Bulgaria. A febbraio, 47 oggetti della collezione Steinhardt sono stati restituiti alla Grecia, inclusa una statua rara del valore di 14 milioni di dollari.

READ  Cinque grandi partite da guardare durante la pausa internazionale

L’indagine ha esaminato più di 1.000 manufatti associati a Steinhardt almeno dal 1987. Le autorità hanno scoperto che era in possesso di manufatti saccheggiati che erano stati contrabbandati da 11 paesi da 12 reti criminali.

Al termine dell’indagine a dicembre, l’allora procuratore generale di Manhattan Sy Vance Jr. ha affermato che Steinhardt “ha dimostrato un avido appetito per le antichità saccheggiate senza preoccuparsi della legalità delle sue azioni, della legalità dei pezzi che ha acquistato e venduto, o della serietà danno culturale che ha fatto in tutto il mondo”.

In una dichiarazione fornita all’epoca alla CNN, gli avvocati di Steinhardt, Andrew J., hanno detto ai loro paesi d’origine”.

Hanno affermato che “molti” commercianti Steinhardt che avevano acquistato da loro manufatti rubati “hanno fatto affermazioni specifiche sulla proprietà legale degli articoli da parte dei commercianti e sulla loro presunta provenienza”, aggiungendo: “Per quanto queste affermazioni fossero false, il signor Steinhardt si riservava il diritto di chiedere un risarcimento ai commercianti interessati.” .

Degli altri 94 oggetti restituiti in Italia mercoledì, 60 sono stati recuperati dalle Royal-Athena Galleries, l’ormai defunta galleria di New York fondata dal mercante di antichità tardo ed esperto di falsi Jerome M. Eisenberg. L’ufficio del procuratore distrettuale non ha indicato alcun illecito da parte di Eisenberg o delle Royal Athena Galleries, che ha ringraziato per il suo “aiuto e collaborazione” nelle indagini.

Gli altri 34 oggetti erano legati ad “altre indagini in corso”.

Foto in alto: alcuni dei manufatti saccheggiati restituiti in Italia dai funzionari di New York.

Filo della CNN
™ & © 2022 Cable News Network, Inc. , una società WarnerMedia. Tutti i diritti riservati.

READ  Vincent Bueno è ancora di buon umore nonostante la sconfitta dell'Eurovision

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x