Avvocato: Era un 29enne che fingeva di essere uno studente adolescente solitario nel New Jersey

Avvocato: Era un 29enne che fingeva di essere uno studente adolescente solitario nel New Jersey

NEW BRUNSWICK, NJ (AP) – Una donna di 29 anni accusata di aver utilizzato documenti falsi per registrarsi come studentessa delle superiori del New Jersey e frequentare alcune lezioni nel corso di quattro giorni lo ha fatto perché si sentiva sola e desiderava ardentemente tornare a i suoi giorni con i suoi amici a scuola, ha detto il suo avvocato.

Lunedì la donna si è dichiarata non colpevole dell’accusa di aver fornito un documento governativo falso. Il suo avvocato ha detto che sapeva di aver commesso un errore e aveva chiesto di aderire a un programma di intervento preliminare che alla fine avrebbe potuto portare all’archiviazione dell’accusa. Dovrà tornare in tribunale a maggio.

L’avvocato ha detto che la donna è una cittadina sudcoreana arrivata negli Stati Uniti da sola quando aveva 16 anni per frequentare un collegio privato. Successivamente si è laureata alla Rutgers University nel 2019.

L’avvocato ha detto che la sua cliente non aveva intenzioni nefande quando è entrata alla New Brunswick High School a gennaio. Ha detto che stava solo cercando di tornare in “un luogo sicuro e accogliente e un ambiente a cui guarda con tanto affetto”.

Le autorità hanno affermato che la donna ha ottenuto i numeri di telefono degli studenti che l’hanno aiutata a orientarsi nella scuola e ha continuato a inviare messaggi ad alcuni di loro giorni dopo che la sua bufala è stata scoperta. Le è stato proibito di entrare nel cortile della scuola della zona e agli studenti è stato consigliato dai funzionari di non entrare in contatto con lei.

I funzionari hanno detto che la donna ha presentato un certificato di nascita falso ai funzionari distrettuali quando si è iscritta. Il distretto ha circa 10.000 studenti.

READ  Il Senato degli Stati Uniti procede con il secondo processo di impeachment | Donald Trump News

jQuery(document).ready( function(){ window.fbAsyncInit = function() { FB.init({ appId : '117341078420651', // App ID channelUrl : 'https://static.ctvnews.ca/bellmedia/common/channel.html', // Channel File status : true, // check login status cookie : true, // enable cookies to allow the server to access the session xfbml : true // parse XFBML }); FB.Event.subscribe("edge.create", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_like_btn_click'); });

// BEGIN: Facebook clicks on unlike button FB.Event.subscribe("edge.remove", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_unlike_btn_click'); }); };

var plusoneOmnitureTrack = function () { $(function () { Tracking.trackSocial('google_plus_one_btn'); }) } var facebookCallback = null; requiresDependency('https://connect.facebook.net/en_US/all.js#xfbml=1&appId=117341078420651', facebookCallback, 'facebook-jssdk'); });

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x