Azienda di proprietà dello Stato intelligente, chi non fa nulla lascerà un lavoro flessibile: ecco come cambiano le pagelle

Le pagelle dei funzionari statali cambiano con l’arrivo dei piani organizzativi per il lavoro snello. Le valutazioni saranno più vicine nel tempo a Lavoratore intelligente Stato: a partire da gennaio, i “voti” sono mensili. Tuttavia, coloro che lavorano di meno non dovrebbero essere soggetti a sanzioni. L’idea semmai a Palazzo Vidoni è quella di riportare subito in ufficio le persone meno produttive. Dopotutto, con Pola, i piani per coloro che svolgono attività a distanza e lavoro flessibile verranno estesi ad almeno il 60% dello stato. Smartabelly, E questo significa coloro che svolgono servizi che non devono necessariamente essere forniti in esistenza. E almeno nelle intenzioni del ministro Dadoni, ci saranno controlli di produzione ben diretti. Insomma, per semplicità, i dipendenti che non raggiungono gli obiettivi prefissati e quindi hanno brutti voti in pagella, dovranno rientrare in ufficio. Il meccanismo necessita chiaramente di una regolazione fine.

Inoltre, cosa di fondamentale importanza, i dipartimenti non saranno penalizzati se “dimenticano” di presentare Paula entro il 31 gennaio. Il ministero dell’Autorità Palestinese prevede di offrire futuri premi ai dirigenti responsabili dell’elaborazione dei piani che saranno pronti per la nomina, da decidere con i sindacati durante le trattative di rinnovo del contratto. Nelle intenzioni di servizio pubblico, questi bonus saranno finanziati dai risparmi che sono specificamente prodotti attraverso il lavoro flessibile e dalle risorse che i sindacati desiderano utilizzare invece per aumentare i salari e acquistare attrezzature di protezione medica adeguate da distribuire alle imprese che ne sono prive. .

Il passaggio a una forma di lean work non è più improvvisato come avviene nel contesto dello stato di emergenza, in quanto inquadrato da regole ed è libero da ripercussioni sui servizi erogati dai dipartimenti, e colpisce infatti solo una fascia di oltre tre milioni di dipendenti statali in servizio, ovvero che Che sono considerati usa e getta, che a un esame più attento sono circa mezzo milione. Il Malattia di coronavirus I cancelli nella pubblica amministrazione sono stati aperti ai lavoratori intelligenti, i cugini del marchio, al fine di garantire che il lavoratore pubblico sia produttivo anche da remoto, il focus è su “una programmazione flessibile che includa diversi orizzonti temporali, mensili, bimestrali e bimestrali”. E così hanno sviluppato le linee guida su Paula emanate dal ministero guidato da Fabiana Dadon. Tuttavia, i benchmark saranno ancora più o meno gli stessi di quelli utilizzati in ufficio, ovvero esamineremo il numero di casi eseguiti e la quantità di utenti serviti nella quota di tempo trascorso lavorando da casa.

READ  Bene dall'Unione Europea alla fusione FCA-Psa

Il tempo impiegato per chiudere il fascicolo sarà misurato, i presidenti valutati e le eventuali indagini sui cittadini saranno prese in considerazione. Per Palazzo Vidoni è prioritario non ripetere gli errori del passato: quest’estate, dopo che in molti hanno puntato il dito contro l’abile lavoro dei pubblici ufficiali, accusando l’Autorità Palestinese di nascondersi dietro un’agile opera per lavorare di meno, nelle aule del ministero i risultati del monitoraggio generalizzato sulla sua base, in mesi Chiusura completa A luglio, più di 500.000 dipendenti civili esenti hanno continuato a ricevere i loro stipendi senza muovere un dito mentre eseguivano compiti che non potevano essere eseguiti a distanza prima dello scoppio dell’epidemia. Con uno Lavoro intelligente Un imprenditore come questo scenario non potrà ripetersi, ma per tenere sotto controllo i lavoratori intelligenti è necessario anche un diverso sistema flessibile di monitoraggio del lavoro, che garantisca un monitoraggio permanente delle prestazioni. I sindacati sono scettici. Attualmente Pola è vista come un’azione da intraprendere e non come un nuovo modello organizzativo capace di fare la differenza.

Parteciperanno i dipartimenti più recenti, come la regione Emilia-Romagna, dove il lavoro intelligente era prevalente prima della pandemia e il tasso di produttività è aumentato del 40 per cento durante i mesi di blocco, senza problemi nella rivoluzione promossa durante le corse in taxi, mentre in alcuni altri digitalmente più arretrati, pensa In comuni più piccoli Lavoro intelligente Rischi di rimanere un peso per l’efficienza. Nella valutazione delle performance si terrà conto anche dei comportamenti adottati dal Paese, con particolare attenzione alla puntualità e flessibilità. Anche il tempo necessario per rispondere alle e-mail di lavoro farà la differenza. E poiché gli obiettivi da raggiungere saranno mensili, bimestrali e bimestrali, i lavoratori che si dimostreranno inesatti correranno il rischio di essere esclusi dalla popolazione dei lavoratori smart già un mese dopo.

READ  FCA lancia le vendite online attraverso i negozi di elettronica

Ultimo aggiornamento: 22 dicembre, 1:16


© Riproduzione riservata

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x