― Advertisement ―

spot_img

La campagna di Trump riceve un sostegno di 50 milioni di dollari da un donatore

Informazioni sull'articoloautore, Graeme BakerRuolo, Notizie della BBC, Washington4 ore faLa campagna presidenziale di Donald Trump ha ricevuto 50 milioni di dollari (39,5 milioni...
HomeWorldBiden afferma che accusare Putin di crimini di guerra è giustificato |...

Biden afferma che accusare Putin di crimini di guerra è giustificato | Notizie su Vladimir Putin

Il Cremlino afferma che le accuse della Corte penale internazionale contro Vladimir Putin sono prive di significato in termini di giurisdizione in Russia.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato che Vladimir Putin aveva chiaramente commesso crimini di guerra in Ucraina e che l’emissione di un mandato di arresto per il presidente russo da parte della Corte penale internazionale (CPI) era giustificata.

Sebbene gli Stati Uniti, come la Russia, non facciano parte del tribunale internazionale, Biden ha affermato che la CPI ha argomentato con forza contro Putin.

“Ha chiaramente commesso crimini di guerra”, ha detto Biden ai giornalisti venerdì, “Penso che sia giustificato”, ha detto, riferendosi al mandato d’arresto.

“Neppure da noi è riconosciuto a livello internazionale. Ma penso che sia un punto molto forte”.

Venerdì la Corte penale internazionale ha chiesto l’arresto di Putin per sospetto coinvolgimento nella deportazione illegale e nel trasferimento di bambini dalle regioni occupate dell’Ucraina alla Russia dopo l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca nel febbraio 2022.

Il tribunale ha anche emesso un mandato d’arresto per il commissario russo per i diritti dei bambini, Maria Lvova Belova, con le stesse accuse.

Il mandato d’arresto della Corte penale internazionale ora obbliga i 123 Stati membri della corte ad arrestare Putin ea trasferirlo all’Aia per il processo se mette piede sul loro suolo.

Il Cremlino ha affermato che le accuse della corte contro Putin sono oltraggiose e non hanno senso in termini di giurisdizione in Russia.

Un rapporto sostenuto dagli Stati Uniti dai ricercatori dell’Università di Yale il mese scorso ha rilevato che la Russia ha detenuto almeno 6.000 bambini ucraini in almeno 43 campi e altre strutture come parte di una “rete diffusa e sistematica”.

READ  Grande cattura: il pesce gatto batte lo stato, forse record mondiale

Il governo ucraino ha recentemente affermato che più di 14.700 bambini sono stati deportati in Russia, di cui più di 1.000 dalla città portuale di Mariupol, assediata da settimane e completamente distrutta.

Un portavoce del Dipartimento di Stato ha dichiarato in una dichiarazione via e-mail che gli Stati Uniti hanno concluso separatamente che le forze russe hanno commesso crimini di guerra in Ucraina e sostengono la responsabilità per i crimini di guerra.

Il portavoce ha aggiunto: “Non c’è dubbio che la Russia stia commettendo crimini di guerra e atrocità (in) Ucraina, e abbiamo chiarito che i responsabili devono essere ritenuti responsabili”.

Il presidente della Corte penale internazionale Piotr Hofmansky ha dichiarato in una dichiarazione video che mentre i giudici della corte hanno emesso i mandati di arresto, spettava alla comunità internazionale farli rispettare. Il tribunale non dispone di una propria forza di polizia per farlo.

La CPI può imporre una pena massima dell’ergastolo “quando giustificata dall’estrema gravità del reato”, secondo il suo trattato istitutivo, lo Statuto di Roma. Ciò ha portato all’istituzione della Corte penale internazionale come tribunale permanente di ultima istanza per processare leader politici e altri principali autori delle peggiori atrocità del mondo: crimini di guerra, genocidio e crimini contro l’umanità.