― Advertisement ―

spot_img

Studio: la Via Lattea potrebbe essere più grande del previsto

Kunming, 12 luglio 2020 (Xinhua) -- Gli scienziati hanno affermato che la Via Lattea potrebbe essere più grande di quanto precedentemente previsto e avere...
HomescienceCampi di ghiaccio, latte glaciale e mari in aumento

Campi di ghiaccio, latte glaciale e mari in aumento

Questa immagine di Copernicus Sentinel-2 mostra ghiacciai e laghi nel campo di ghiaccio della Patagonia meridionale tra Cile e Argentina. In quanto indicatori critici del cambiamento climatico, il ritiro di questi ghiacciai negli ultimi decenni ha implicazioni sull’innalzamento del livello del mare. Credito: contiene dati Copernicus Sentinel modificati (2023), elaborati dall’Agenzia spaziale europea, CC BY-SA 3.0 IGO

Il campo di ghiaccio della Patagonia meridionale, che si estende tra Cile e Argentina, è una delle più grandi masse di ghiaccio al di fuori delle regioni polari. Una recente immagine di Copernicus Sentinel-2 evidenzia splendidi ghiacciai e laghi color acquamarina.

Parte del campo di ghiaccio della Patagonia meridionale con i suoi ghiacciai bianchi e laghi color acquamarina è mostrata in questa immagine di Copernicus Sentinel-2 scattata il 10 gennaio 2023.

Il campo di ghiaccio, che si trova a cavallo del confine tra Cile e Argentina, si estende attraverso le Ande della Patagonia per oltre 350 chilometri (220 miglia) ed è una delle più grandi masse di ghiaccio sulla Terra al di fuori delle regioni polari.

Composizione e caratteristiche del giacimento di ghiaccio

I campi di ghiaccio sono formati da accumuli di neve che si trasformano in ghiaccio durante anni di compressione e congelamento. Modellati dalla topografia sottostante, i ghiacciai spesso si formano ai bordi di un campo di ghiaccio.

In questa immagine, la massa di ghiaccio alimenta diversi ghiacciai più piccoli e più grandi, tra cui il ghiacciaio Perito Moreno dell’Argentina nell’angolo in alto a destra. Il Perito Moreno si trova su uno stretto canale, che alimenta il Lago Argentino e forma una diga di ghiaccio che separa il corpo principale del lago, mostrato sopra in turchese, dal suo braccio meridionale, mostrato in grigio.

Laghi, sedimenti e ghiacciai

Molti laghi della zona sono alimentati dall’acqua proveniente dallo scioglimento dei ghiacciai. Il colore dell’acqua varia dal blu scuro al grigio a seconda della quantità di fini sedimenti sospesi presenti. Questi depositi sono chiamati “latte glaciale” e sono il risultato dell’erosione dovuta allo scorrimento dei ghiacciai sulla roccia sottostante.

Il ghiacciaio più grande che si può vedere nella parte inferiore dell’immagine è il Ghiacciaio Grey, la cui estremità è divisa in tre parti di terra. Si trova all’interno del Parco Nazionale Torres del Paine, Una delle più grandi aziende del Cile. Il nome del parco deriva dalle tre caratteristiche cime granitiche di Torres del Paine, che appaiono nell’angolo in basso a destra dell’immagine.

Morens e gli indicatori del cambiamento climatico

Le linee scure che seguono il flusso della maggior parte dei ghiacciai sono morene: accumuli di roccia, terra e altri detriti depositati dal ghiacciaio. Osservando più da vicino la fine di alcuni ghiacciai, possiamo vedere come gli iceberg si sono staccati e ora galleggiano nei fiordi e nei laghi.

I ghiacciai sono i più grandi serbatoi di acqua dolce del nostro pianeta. La velocità con cui potrebbero sciogliersi o crescere è uno dei migliori indicatori del cambiamento climatico. La scomparsa dei ghiacciai è una delle principali cause dell’innalzamento del livello del mare. Molti ghiacciai della Patagonia si sono ritirati negli ultimi 50 anni. I dati satellitari possono aiutare a monitorare i cambiamenti nella massa, nell’estensione e nello spessore dei ghiacciai, e quindi il loro contributo all’innalzamento del livello del mare.

READ  Area a rischio di malattia di Elgin Lyme identificata: Salute pubblica