― Advertisement ―

spot_img
Homeentertainment“Cold Sigh” è in concorso in un festival italiano

“Cold Sigh” è in concorso in un festival italiano

TEHERAN – Il lungometraggio “Cold Sigh” scritto e diretto da Nahid Azizi Siddiq Iran rappresenta la sezione principale dell’Ischia Film Festival, che ha preso il via a Ischia, in Italia, il 29 giugno.

L'agenzia di stampa IRNA ha riferito che il film è in competizione con altri sette film provenienti da Italia, Spagna, Stati Uniti, India, Germania e Turchia.

Il film di 87 minuti ruota attorno a Bahaa, un giovane di una città di confine, che apprende che suo padre, Bahram, è stato rilasciato dal carcere dopo 20 anni. Bahram ha ucciso sua moglie, la madre di Bahaa, dopo averla accusata di tradirlo. Bahaa, che non ha mai affrontato questo problema ed è ancora pieno di rabbia e risentimento, decide di andare lui stesso a far uscire suo padre di prigione. Bahram e Bahaa iniziano il loro viaggio mentre nessuno dei due riesce a trovare le parole.

Il dramma è stato prodotto nel 2023 e il film è interpretato da Iman Seddik, Ali Bagheri, Ahura Bahrami, Amir Aram, Muhammad Ashkanfar e Salar Deriyamag.

“Cold Sigh” è il primo lungometraggio del regista Azizi Siddiq e finora ha vinto numerosi premi nazionali e internazionali.

Recentemente gli è stato assegnato il Gran Premio del 17° Festival Internazionale del Cinema di Cheboksary a Cheboksary, in Russia, a maggio.

All'inizio di aprile, il film ha vinto tre premi al 46esimo Festival Internazionale del Cinema di Mosca in Russia. Il film ha vinto il premio per la miglior regia, il premio People's Choice per il miglior film e un premio speciale del NETPAC (Network Promotion of Cinema Asia Pacific).

READ  La serie NTT INDYCAR amplia la portata delle trasmissioni globali attraverso nuove partnership

L'anno scorso, il film ha vinto il Premio Speciale della Giuria per il Miglior Film nel concorso internazionale del Fajr Film Festival.

L'Ischia Film Festival è un festival cinematografico internazionale dedicato a lungometraggi e film, indipendentemente dal linguaggio: fiction, documentari e animazione. Nell'intento di tutelare il patrimonio e le caratteristiche uniche dei luoghi rappresentati sullo schermo, il concorso è quindi particolarmente rivolto a quelle opere che mettono in risalto, attraverso la narrazione cinematografica, l'identità paesaggistica e culturale delle regioni in cui i film sono stati girati.

L'edizione di quest'anno del festival si concluderà il 6 luglio.

ss/sab