Come guardare la rara eclissi solare “ibrida” che colpirà l’Australia e il sud-est asiatico questa settimana

Come guardare la rara eclissi solare “ibrida” che colpirà l’Australia e il sud-est asiatico questa settimana

Una rarissima eclissi solare “ibrida” che attraversa le regioni del sud-est asiatico e l’Oceano Pacifico potrebbe avvolgere nell’oscurità parti dell’Australia.

L’eclissi solare di giovedì, la prima del suo genere quest’anno, bloccherà il sole sull’Australia, sulle isole orientali dell’Indonesia e su Timor Est. L’eclissi dovrebbe verificarsi tra l’1:34 UTC e le 6:59 UTC del 20 aprile.

Un’eclissi solare si verifica quando la luna passa intorno alla terra nella sua orbita inclinata e proietta un’ombra sul pianeta mentre passa tra il pianeta e il sole.

Questa può essere classificata come un’eclissi totale – quella in cui la Luna copre completamente il Sole – o un’eclissi anulare in cui la Luna è più lontana dalla Terra nella sua orbita, coprendo quasi tutto il Sole, ad eccezione dell’anello esterno che è ancora visibile come luminoso.

Un evento astronomico “ibrido” molto raro è una combinazione di eclissi solari totali e anulari. Ce ne sono stati solo sette nel secolo in corso e il prossimo dovrebbe apparire in Nord America il 14 novembre 2031.

“L’eclissi solare ibrida del 20 aprile 2023 è notevole per la sua durata che è più lunga della maggior parte delle totalità anulari, la più lunga fino al 17 ottobre 2172”, ha detto il mappatore di eclissi solare Michael Zeller al portale di notizie spaziali e astronomiche Universe Today.

Le persone in alcune parti del mondo vedranno un’eclissi totale mentre altre dovrebbero sperimentare un’eclissi anulare, a seconda di dove vivono lungo la superficie curva della Terra rispetto alla Luna.

READ  TikTok è arrivato alla Stazione Spaziale Internazionale

Milioni di persone che vivono nel sud-est asiatico, tra cui Singapore, Giacarta e Manila, così come quelli in Australia, possono ottenere una visione parziale dell’eclissi mentre la Luna si fa strada intorno alla Terra.

A Sydney è prevista una copertura di circa il 20 per cento a seconda della zona del sole, a partire dalle 13:37 ora locale.

Ma gli osservatori del cielo che vivono in un’area che si estende dall’Antartide all’Australia occidentale (WA), compresa la regione costiera nord-occidentale di Ningaloo, dovrebbero assistere a un’eclissi totale.

Le persone nella piccola e remota città di Exmouth, Washington, potranno vedere il perfetto allineamento del Sole, della Luna e della Terra per circa un minuto.

Ci sono anche due aree nel mezzo dell’Oceano Indiano dove si vedrà l’eclissi passare da anulare a totale e poi di nuovo indietro.

“Durante l’eclissi, che dura solo pochi minuti, il mondo intorno a te si oscura. Questo è un fenomeno naturale unico e sorprendente che ci ricorda quanto siamo piccoli nell’universo più grande”, ha detto Katarina Miljkovic del Center for Space Science e Tecnologia alla Curtin University.

“Dato che i due terzi della nostra superficie sono coperti da oceani, è molto comune che il percorso aggregato cada sugli oceani, poiché è molto difficile osservare l’azione”.

“Quest’anno, siamo molto fortunati a poter osservare l’eclissi solare dall’Australia occidentale”, ha affermato il dott. Miljkovic.

In questo raro evento, la NASA sta anche testando l’uso di un aquilone per studiare l’atmosfera esterna del sole.

Un team guidato dall’astronomo Shadia dell’Università delle Hawaii utilizzerà le corde di un grande aquilone per sollevare uno strumento scientifico a circa 3.500 piedi (circa 1 chilometro) sopra il paesaggio australiano per capire come le particelle cariche come elettroni e protoni fuggono dal sole per formarsi il vento solare.

READ  Il Michigan ha riportato che 3 gruppi di volpi rosse muoiono a causa dell'influenza aviaria altamente patogena

“Un’eclissi solare totale è qualcosa che non rimarrà con noi per sempre! La Luna richiede che il Sole sia completamente coperto. Ma la Luna si sta allontanando da noi e quindi avremo eclissi solo per altri 600 milioni di anni. Tu’ Faresti meglio a guardarli ora, finché ne hai la possibilità!”, ha dichiarato John Latanzio, presidente dell’Australian Astronomical Society, in una dichiarazione.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x