Diritto di voto: Biden ha promesso di continuare la lotta per il diritto di voto ma ha ammesso “Non so se ce la faremo”

“Spero che possiamo farlo”, ha detto Biden. “La risposta onesta davanti a Dio è che non so se possiamo farlo”. “Spero che possiamo farlo, ma non ne sono sicuro. Ma una cosa è certa, come qualsiasi altra importante legge sui diritti civili approvata se perdiamo la prima volta che possiamo tornare indietro e riprovare”.

Biden è arrivato a Capitol Hill giovedì pomeriggio mentre continua a premere per una legislazione sul voto del Congresso, nonostante la dura battaglia che i democratici devono affrontare tra l’opposizione repubblicana e la resistenza all’interno dei loro ranghi al cambiamento delle regole del Senato.

“Non so che possiamo farlo, ma so una cosa: finché inspiro, finché sono alla Casa Bianca, finché sono arrabbiato, vado lottare per cambiare il modo in cui si muovono queste legislature”, ha aggiunto il presidente.

Indicando gli ostacoli davanti a sé, ha annunciato il senatore democratico Kirsten Senema dell’Arizona Ha ripetuto il suo sostegno alla bancarella, che fissa una soglia di 60 voti per l’approvazione della maggior parte della legislazione al Senato, in un discorso poco prima che Biden arrivasse a Hill.

Ma i leader democratici stanno comunque portando avanti un piano per introdurre la legge sul voto al Senato. Nella prima fase, la Camera ha approvato la legge sul voto giovedì mattina prima della visita di Biden.

La Camera dei rappresentanti controllata dai democratici ha approvato una misura che combina le disposizioni chiave di due disegni di legge di voto: il Freedom of Voting Act e il John Lewis Voting Rights Enhancement Act. Verrà quindi inviato al Senato dove lo attende una battaglia di alto profilo.

READ  Un meteorologo marino ha perso il portafoglio in Antartide e lo ha recuperato dopo 53 anni

Un alto assistente democratico ha detto alla CNN che Biden prevede di partecipare a un pranzo dei Democratici del Senato giovedì per discutere gli sforzi per approvare i disegni di legge e le potenziali modifiche alle regole del Senato.

Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha dichiarato mercoledì che Biden intende portare la questione direttamente ai membri per la nuova legge sul voto.

“Questo è un momento decisivo che dividerà tutto prima e tutto dopo quando la fondamentale destra americana da cui derivano tutte le altre, il diritto di votare e di contare i propri voti, è in pericolo”, ha detto Psaki mercoledì. “Domani andrà a Hill per parlare al caucus e sostenere la tesi che hai sentito che sta parlando pubblicamente direttamente ai membri”.

Il viaggio programmato di Biden a Capitol Hill arriva dopo che il presidente ha chiesto al Senato in un potente discorso di cambiare martedì Regole di procrastinazione Al fine di approvare la legislazione sul voto.

Il problema che devono affrontare i Democratici è che non hanno i voti per approvare la legislazione sul voto secondo le attuali regole del Senato a causa dell’opposizione repubblicana, né sembrano avere i voti per cambiare le regole.

Il senatore democratico Joe Manchin del West Virginia e il cinema, due influenti moderati, hanno a lungo espresso opposizione all’eliminazione della soglia di 60 voti richiesta per approvare la maggior parte della legislazione.

Giovedì, in un discorso al Senato, Senema ha avvertito di un’ulteriore partigianeria e chiede la fine dell’interruzione.

“Abbattere la soglia dei 60 voti su una linea di partito con la minor maggioranza possibile per approvare i progetti di legge che sostengo non garantirà che impediremo ai demagoghi di vincere la carica”, ha affermato. Al contrario, l’abolizione della soglia dei 60 voti assicurerà semplicemente la perdita di uno strumento importante di cui abbiamo bisogno per proteggere la nostra democrazia dalle minacce negli anni a venire.

READ  Il Canadian Hurricane Center monitora il possibile percorso dell'uragano tossico

Manchin in seguito ha elogiato il discorso di Cinema, dicendo ai giornalisti che era “un discorso molto buono ed eccellente”.

I democratici sono sottoposti a forti pressioni da parte degli attivisti di base e dei loro elettori per approvare una legislazione per proteggere l’accesso al voto, ma sono costantemente di fronte a un muro al Senato, dove almeno 10 repubblicani dovrebbero unirsi a tutti i 50 membri del comitato democratico del Senato per passare il voto legislazione. Per superare l’interruzione. La maggior parte dei senatori repubblicani ha respinto i tentativi dei Democratici di approvare leggi di voto come sconsiderati eccessi partigiani.

La decisione di Biden di esercitare il diritto di voto è un pilastro della sua agenda interna, sollevando interrogativi su ciò che i Democratici saranno in grado di ottenere ora, pur continuando a controllare la Casa Bianca e le ristrette maggioranze in entrambe le camere. dal Congresso.

Manchin ha detto alla fine dell’anno scorso Non poteva sostenerlo Espansione di massa della rete di sicurezza sociale nota come Build Back Better Act. Non è chiaro se i Democratici saranno in grado di salvare una qualsiasi delle leggi sulla scia di quella battuta d’arresto.

Questa storia e il titolo sono stati aggiornati giovedì con ulteriori sviluppi.

Manu Raju, Sam Fossum e Lauren Fox della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x