Festival Los Angeles-Italia Celebrando Vittorio Gassman

Il compianto grande attore italiano Vittorio Gassman, noto al pubblico statunitense come protagonista di classici come “Big Deal on Madonna Street” e “Il Sorpasso” (“The Easy Life”), celebrerà, Los Angeles – Italy Fashion and Film Arts Festival, che si svolgerà dal 20 al 26 marzo al TCL Chinese Theatre di Hollywood.

L’annuale appuntamento pre-Oscar tra cinema, musica e una celebrazione del rapporto tra l’Italia e lo spettacolo tra l’Italia e Hollywood celebrerà, nella sua 17° edizione, il centenario della nascita di Gassman con una piccola edizione in stile retrò in onore del celebre artista che, tra l’altro . Premi Ha vinto il premio come miglior attore a Cannes nel 1975 per la sua interpretazione da cieco nel “Profumo di donna” di Dino Rizzi, che è stato poi riprodotto in inglese come “Scent of a Woman” con Al Pacino.

“È un onore e un grande piacere onorare un meritato tributo a un genio italiano il cui talento e fascino hanno catturato il mondo”, ha detto lo sceneggiatore e regista italo-americano premio Oscar Bobby Moresco (“Crush”). Moresco è un membro del consiglio di amministrazione del festival, che comprende anche i produttori Marc e Dorothy Canton, ex presidente di AMPAS, Cheryl Boone Isaacs, l’italiana Marina Ciccona, Franco Nero, Tony Rennis, Alessandro Bertolazi, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo.

Fondato e prodotto da Pascal Vidomeni, il Festival LA-Italia è preceduto dall’evento gemello di Capri, Hollywood, recentemente concluso con uno scintillante concerto tenutosi il 3 gennaio al settecentesco Teatro San Carlo di Napoli, il teatro lirico più antico d’Europa.

Al gala di Napoli hanno partecipato la modella e attrice Modelina Guinea (“Casa di Gucci”), i cantanti israeliani Bill August e Paul Haggis, la cantante israeliana e attivista per i diritti umani Noa, che si è esibita, e molti importanti talenti italiani tra cui la potente band napoletana composta da Gli attori Tony Cervello e Teresa Sabonangelo (“Mano di Dio”) e il regista Mario Marton.

READ  La Russia è fuori dall'Eurovision Song Contest sull'Ucraina

A Capri, Hollywood, i film di Netflix sono andati bene con “La mano di Dio” del napoletano Paolo Sorrentino che si è aggiudicato il premio per il miglior regista, mentre “Il potere del cane” di Jane Campion ha vinto il premio per il miglior film. “La figlia perduta” di Maggie Gyllenhaal, tratto dal libro dell’autrice napoletana Elena Ferrante, ha vinto la migliore sceneggiatura non originale, un’altra testimonianza della vitalità artistica della città portuale del sud Italia che è diventata l’epicentro del cinema italiano.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x