Focus sui contributi positivi che gli italiani hanno dato al mondo

Caro editore:

Nel corso degli anni, ho scritto numerose lettere ai giornali locali per esprimere il mio disgusto e la mia indignazione per la persistente rappresentazione degli italiani come criminali e mafiosi da parte dei media. Francamente, i film che ritraggono gli italiani come assassini violenti, cattivi e gangster danneggiano l’immagine di tutti gli italiani e svalutano i contributi che gli italiani hanno dato a un’umanità migliore. Peggio ancora, questi tipi di film danno ai giovani italo-americani un modello “negativo”.

Mentre i giovani italoamericani dovrebbero abbracciare e imitare i tratti positivi e di affermazione della vita dei loro grandi compatrioti, come Galileo Galilei, Leonardo da Vinci e Giuglimo Marconi; Hollywood regala loro personaggi senza scrupoli contenuti in un pezzo di stoffa scadente da copiare.

È una vergogna clamorosa. Ma scommetto che la maggior parte degli italoamericani non sa chi sono Giuseppe Garibaldi, Alessandro Manzoni, Giuseppe Verdi e Antonio Lucio Vivaldi. Tuttavia, purtroppo, potranno raccontarvi – con uno strano senso di orgoglio – nientemeno che i mestieri infami e le gesta infami di personaggi come Alphonse Capone, Carlo Gambino, John Gotti, Joseph Bonanno e Vito Genovese. Qualsiasi film o programma televisivo che ritrae un gruppo di persone dovrebbe essere ritirato. Questi film rafforzano solo orribili pregiudizi e bigottismo.

Per quanto riguarda le persone a cui piacciono questi tipi di film, devono dare un’occhiata più da vicino perché in realtà sono parte del problema e non parte della soluzione.

Ancora una volta, affermo con enfasi che sono stufo degli stereotipi di Asinine “Al Capone”. Gli italoamericani preoccupati non dovrebbero semplicemente vietare film o programmi televisivi che ritraggono gli italiani in cattiva luce dai loro salotti. Dovrebbero anche incoraggiare i loro giovani a concentrarsi sulle buone azioni compiute dagli italoamericani locali: persone come il dottor Michael Conti, Lucy Distefano, Tom Favia e Lou Sialelli. Dimentica i gangster e i personaggi di fantasia di un romanzo o di una sceneggiatura di Mario Puzo. Questi personaggi sono la minoranza esagerata e troppo enfatizzata. Focus sui contributi positivi che gli italiani hanno dato al mondo.

READ  Perché Flo Reda all'Eurovision?

giovanni de genio

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x