Freschezza, in tavola con Conte Italia viva riapre il dialogo. Bellanova: “Non c’è più una proposta per il primo gruppo di lavoro, è un passo avanti”

Se è troppo presto per dire che il rischio di una crisi di governo è sfuggito, allora sicuramente i segnali che sono arrivati ​​dal palinsesto tra il premier Giuseppe Conte e L’Italia è viva Hanno fatto respirare l’amministratore delegato. L’inizio del nuovo ciclo di consultazioni a Palazzo Shigi ieri è stato un primo gesto di relax da un lato Ituri RosatoMa oggi è stato il capo della delegazione a confermare la riapertura del dialogo Teresa Bellanova. Alla fine di una riunione Due oreTutta un’altra cosa, rispetto allo scontro serrato di mezz’ora di venerdì scorso, il ministro ha dichiarato: “Finalmente si comincia a pensare CaratteristicaIn fondo, questa era proprio la strategia del premier: cercare di spostare il più velocemente possibile il dibattito sui contenuti Piano di recupero E per dividere i soldi dell’UE ed evitare ciò che non può essere risolto. Il nuovo approccio ha consentito, per il momento, un’affinità con i Renzin: “Finalmente Conte Ha notato che le proposte di Italia viva sul metodo di lavoro sono molto positive E la task force è nel testo “, ha continuato Bellanova.

Il primo risultato, come dichiarato dalla Renzion, è che su suggerimento di Conte, il Unità di guerra Come inizialmente pensato dal Presidente del Consiglio. Questo non vuol dire che sparirà, perché l’Europa stessa lo esige come diceva sempre Conte, ma sarà sicuramente rivisto per accontentare tutti. Ricordando il Clean Development Mechanism da cui era partito lo scontro negli ultimi 10 giorni, Bellanova ha detto: “Il 7 dicembre abbiamo avuto una riunione in cui Conte ha parlato per un’ora e 27 minuti sul verdetto”. “Poi ha dato la parola ad Amendola dicendo che tra 10 e 15 minuti avrebbe dovuto parlare per merito. Poi siamo stati aggiornati. Ora quel suggerimento, mostrato per un’ora e 27 minuti, non è più sul tavoloHa aggiunto che per Viva Italia si tratta di un “passo avanti”. Ma qual è la direzione del governo? Secondo Repubblica, ci sono alcune modifiche allo studio: i progetti devono passare comunque attraverso il CDM piuttosto che avere un comitato tripartito (Conte- Patuanelli-Gualtieri), per formato, sarà inclusa Un ministro per ogni partito. Il telaio rimarrà, ma probabilmente sarà più leggero.

READ  Punti salienti, prestazioni migliori e statistiche

Un altro punto a cui Italia Viva non intende fare riferimento è Investimenti nella salute. I nove miliardi della prima stesura non soddisfano Renzi e il suo team, nonostante la necessità di aggiungere una serie di “investimenti a tappeto”, motivo per cui intendono lanciare una guerra per attivare l’ESM. È una guerra fatta apposta per dividere la maggioranza: è impossibile che M5s ceda a questo punto e nemmeno Conte ha MES tra le sue priorità. Tuttavia, a partire da questo, Renzi intende mantenere alta la tensione. Bellanova ha detto: “Perché non pensare alla possibilità di mettere in 36 miliardi di MES che hanno meno condizioni del recupero?” Poi, ai giornalisti che le chiedevano se Conte potesse considerare il ritorno dello scontro, ha risposto: “Il governo può tacere se risolve i problemi”.. Tecnicamente parlando, le tappe sono ormai definite: Conte vuole presentare il piano al Cdm entro fine anno ei partiti di maggioranza dovrebbero presentare quanto prima le loro osservazioni. “Ci sono volute poche ore – ha detto Bellanova -. Italia viva preparerà un documento che presenterà a Conte”. Poi aspetteranno la risposta, ora attesa, per la prossima settimana. “Conte ha il dovere di sintetizzare le varie proposte “., Chiudilo.

E ha visto il nuovo ciclo di consultazioni, dopo il giro di verifica della maggioranza della scorsa settimana, la convocazione di rappresentanti di gruppi senza leader di partito. Ieri, i Conti di M5s e Pd, hanno visto oggi l’autore delegazione renzana (più Bellanova) Ministro per le Pari Opportunità e Famiglia Elena BonettiE i capigruppo alla Camera e al Senato Maria Elena Bosque e Davide VaroniCoordinatore Nazionale Rosato e suo vice Luigi Maratin. Intorno alle 13:30, la delegazione di Leu è stata ricevuta da Conte.

READ  Dai alle tue lasagne un'esplosione di sapori audaci con salsiccia italiana calda e formaggio di capra piccante

E ‘però troppo presto per escludere il pericolo della crisi, che si capisce dalle parole del leader italiano della FIFA Matteo Renzi. Il senatore, che minaccia quasi quotidianamente la crisi da quasi due settimane, è stato rilasciato poco prima che la delegazione entrasse a Sheggy Palace, chiedendo “risposte” al premier: “Confidiamo che con tutto il rispetto per i controversi produttori, il presidente abbia letto questa lettera”, Un riferimento al documento consegnato a Conte solo venerdì scorso, congelando di fatto la verifica della maggioranza. “Vedremo se vuole dare delle risposte. La palla ora è nelle mani del premierDipende solo da lui. Deve le risposte all’Italia, non a IV “. Riguardo alle richieste, Renzi l’ha rilanciata: “Hanno scritto che volevamo posti. Hanno scritto che non siamo responsabili. Hanno scritto che stiamo facendo tattica. Hanno scritto, ma non hanno letto”. Ha dichiarato che è in questa fase che inizierà la sfida: “In ogni punto si continua a insistere, a cominciare dalla scala”. Il partito ha promosso una serie di firme per spendere più soldi per l’assistenza sanitaria. “Abbiamo 9.000 firme e vogliamo arrivare a 15.000. Puoi aiutarci? “.

Secondo indiscrezioni di giornale, la premessa del rimpasto di governo non è stata ancora esclusa. Dal ritorno dei due vicepremier del Consiglio di Stato fino al Possibile ritorno dello stesso ex premier, Che però accetta di essere solo in una posizione tecnico-esecutiva. Insomma, se la crisi potesse essere congelata anche intorno a Natale, l’inizio del nuovo anno sarebbe diverso: rimescolare le carte sulla governance e coinvolgere le forze sul campo sulle decisioni di dividere i fondi Ue potrebbe non bastare.

READ  Roma Torino 3-1: gol e partita di campionato italiano più in vista, e il terzo Gilorossi

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x