Whodunnit prende il controllo di una piccola isola italiana dopo dozzine di rapine | notizie dal mondo

Decine di furti meticolosamente pianificati su un’isola remota; Tutti i residenti sono potenziali sospetti. In un’indagine che si addice alle indagini di Agatha Christie, Hercules Poirot, i tre agenti di polizia di Capraia, un’isola al largo della Toscana, devono procedere con cautela mentre cercano i colpevoli su una popolazione di circa 400.

Lo ha detto al quotidiano il sindaco dell’isola Marida Bessi Corriere della Sera Le crepe stanno già cominciando ad apparire nella società legata, dove amici e vicini si guardano con sospetto.

La maggior parte delle rapine in casa e nei negozi si sono verificate durante l’inverno, quando i visitatori sono assenti dall’isola, che si trova più vicino alla Corsica di quanto non lo sia sull’Italia continentale ed è accessibile solo in barca, tempo permettendo. Nell’incidente più recente, i ladri hanno disattivato una telecamera a circuito chiuso in una tabaccheria prima di prelevare 60.000 euro (52.000 sterline) dalla cassaforte.

A novembre hanno anche fatto irruzione nella casa del vice sindaco Fabio Mazzi e hanno rubato una cassaforte contenente denaro e gioielli che erano stati nascosti in alcuni mobili. “È molto triste perché si ha la sensazione che ci sia un ladro in famiglia”, ha detto Mazi al giornale. “Hanno colpito il giorno giusto, perché sapevano che sarei andato a Pisa per una visita. Conoscevano molto bene la casa”.

La maggior parte dei residenti tiene i soldi nelle proprie case, poiché l’unica banca dell’isola ha chiuso l’anno scorso. La telecamera a circuito chiuso rotta nella scatola si rivela un altro ostacolo nelle indagini.

Bessi ha detto che le indagini finora hanno portato a molte teorie ma nessuna prova. “I tre agenti di polizia dell’isola sono molto bravi – ha detto al Corriere – stanno facendo tutto il possibile”. “Ma devono avere più strumenti investigativi, altrimenti sarà una storia del crimine irrisolvibile”.

READ  Il resoconto delle Olimpiadi: Italia in progresso, Francia ancora perfetta - Notizie

Una colonia punitiva ha occupato i due terzi dell’isola di 19 chilometri quadrati fino al 1986 e gli abitanti hanno vissuto pacificamente fino alle recenti rapine. La popolazione aumenta a circa 4.000 durante l’estate.

“Il pericolo ora è che il senso di comunità che abbiamo sempre avuto venga danneggiato”, ha detto Bessi.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x