La Commissione Ue approva la revisione mirata del Pnrr. Vito: “Confermare una proficua collaborazione con l’Europa”

La Commissione Ue approva la revisione mirata del Pnrr.  Vito: “Confermare una proficua collaborazione con l’Europa”

La Commissione europea ha approvato oggi la richiesta di revisione mirata del Piano di ripresa e resilienza (Pnrr) d'Italia, presentato il 4 marzo 2024. Le modifiche proposte sono di carattere tecnico e fanno seguito alla revisione integrale del piano italiano adottata dal Consiglio l'8 dicembre 2023, come precisato in una nota dall'Esecutivo Ue.

Arriva il Pnrr italiano 194,4 miliardi di euro, di cui 71,8 miliardi di euro in sovvenzioni e 122,6 miliardi di euro in prestiti, comprende un totale di 620 tappe e obiettivi, 66 riforme e 150 investimenti, ricorda ancora una volta il direttore esecutivo dell'UE. Come si legge nel comunicato stampa, la Commissione ha finora erogato più del 50% dei fondi stanziati all’Italia nell’ambito dello strumento per la ripresa e la resilienza, ovvero più di 102 miliardi di euro, compresi i prefinanziamenti.

“La revisione mira a correggere alcuni degli elementi tecnici necessari per attuare pienamente lo schema Pnrr come modificato alla fine dello scorso anno. La revisione proposta seguirà ora il consueto processo di approvazione. Si prevede che sarà adottata dal Consiglio dell’UE nelle prossime settimane.” L'approvazione di oggi conferma la continua e fruttuosa collaborazione del governo con la Commissione dei servizi”, ha annunciato in un memorandum il ministro degli Affari europei, degli Affari meridionali, della Politica di coesione e della pianificazione, Rafael Vito.

Leggi anche altre notizie su Novità Nova

Clicca qui e ricevi aggiornamenti su WhatsApp

Seguici sui canali social di Nova News su Twitter, LinkedIn, Instagram, cavo

READ  Granado completa la doppietta decisiva della MotoE™ austriaca

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x