Gabriella G. Marchetti – 96 – centraljersey.com

Princeton – Gabriela G. Marchetti (nata Thomasoni) ha lasciato questo mondo il 9 gennaio 2021, all’età di 96 anni, dopo una buona e lunga vita. Moglie leale e madre con l’aspetto di una star del cinema, era una grande chef a cui non piaceva altro che nutrire i suoi cari.

Gabriela era la più giovane di cinque figli, nata nel 1924 dai genitori Gaetano Thomasoni e Maria Petrosimolo a Chieti, Abruzzo, Italia. Era eccezionalmente vicina alle sue tre sorelle maggiori, Gilda, Elsa e Adriana, che l’hanno preceduta nella morte e che è sicura di raggiungerle ora con una caffettiera infinita.

Gabriella ha conseguito la laurea in Lettere presso l’Università degli Studi di Napoli negli anni del secondo dopoguerra. A metà degli anni ’50, affascinata dagli Stati Uniti e in cerca di avventura, si dirige in nave attraverso l’Atlantico fino a New York City, dove trova lavoro e sostegno nella comunità italiana locale. Frances R. Marchette si incontrò a un appuntamento al buio a Manhattan ei due si sposarono il 31 maggio 1958. La coppia alla fine si stabilì a Skillman, nel New Jersey, dove allevarono due figlie e vissero fino al 2016, quando si trasferirono per dare una mano. Alla fine degli anni ’60, Gabriella ha lavorato come insegnante supplente per le Montgomery Township Schools. Negli anni ’80 ha insegnato francese e italiano alla Notre Dame High School di Lawrenceville.

Gabriella sapeva come organizzare una cena. Se sei abbastanza fortunato da essere invitato, potresti essere trattato con un ossobuco setoso e dal sapore di forchetta, o una ricca lasagna a strati, con un soufflé al caffè congelato o una torta di meringa al limone per dessert. È stata una volontaria attiva ed entusiasta presso la Stuart Country Day School of the Sacred Heart negli anni in cui le sue figlie hanno partecipato, presiedendo due volte l’annuale festa di raccolta fondi del Christmas Bazaar e gestendo la bancarella del bazar più popolare, vendendo i suoi piatti italiani cucinati in casa. . Ha trasformato quella popolarità in una serie di corsi di cucina che ha insegnato nella sua cucina.

READ  Letture giornaliere nella tomba in onore di Dante 700 anni dopo la sua morte

Nonostante Gabriella sia diventata cittadina americana, l’Italia è sempre stata forte nel suo cuore. Amava le cose italiane: i cappelli eleganti, le sciarpe di seta luminose e le mioliche colorate. Amava tutta l’Italia, ma soprattutto Roma, le acque blu dell’Adriatico e le aspre montagne verdi dell’Abruzzo. Ogni giugno tornava a casa con le sue figlie e trascorreva le giornate estive tra le sue amate sorelle.

Aveva un’energia sconfinata e un sorriso che poteva illuminare una stanza. Aveva opinioni – molte – e non era timida a condividerle. Era anche testarda e volitiva; Nel 1990, dopo diversi decenni di fumo, ho smesso di fumare e non ho mai guardato indietro. Ha elargito amore e buon cibo alla sua famiglia ed è stata felice quando è diventata nonna, prima nel 1996, poi di nuovo nel 1998 e nel 2000. Per i suoi tre nipoti è stata la migliore tra le persone.

Tutti quelli che l’hanno conosciuta e amata hanno sentito profondamente la perdita di Gabriella. È sopravvissuta a suo marito, Frances Marchetti. – le figlie Maria Marquette (Golowski) e Dominica Marquete (Vance); E i loro nipoti Nicholas Vance, Adriana Vance e Gina Golovsky.

Su richiesta della famiglia, i servizi di Gabriella saranno privati. Accordi di buon auspicio sono presi sotto la casa funeraria di Hillsborough, Hillsboro, NJ.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x