Germania, Italia e Spagna negano le accuse secondo cui avrebbero smesso di rilasciare visti Schengen ai cittadini turchi

Germania, Italia e Spagna negano le accuse secondo cui avrebbero smesso di rilasciare visti Schengen ai cittadini turchi

Germania, Italia e Spagna hanno negato le accuse secondo cui avrebbero smesso di accettare richieste e di rilasciare visti Schengen ai cittadini turchi.

Si è diffusa la speculazione che le rappresentanze consolari dei tre paesi Schengen abbiano smesso di rilasciare visti.

Tuttavia, Germania, Italia e Spagna hanno affermato che non è cambiato nulla e, allo stesso tempo, hanno accusato un arretrato di domande nei limitati posti disponibili, riferisce SchengenVisaInfo.

Commentando la questione e rassicurando i cittadini turchi sul fatto che la Germania riceve le domande di visto come di consueto, l'ambasciata tedesca ad Ankara ha confermato di aver ricevuto un numero di domande superiore a quello disponibile.

Di conseguenza, l’ambasciata ha suggerito che ad alcuni candidati potrebbe essere chiesto di attendere più a lungo di altri finché non saranno disponibili nuovi appuntamenti.

Come ha spiegato il Daily Sabah, anche l'ambasciata tedesca ha confermato attraverso un comunicato ufficiale che le rappresentanze consolari ad Ankara, Istanbul e Izmir accettano attivamente le richieste.

Tuttavia, a causa del crescente interesse nei confronti dei viaggi verso l’area Schengen, l’ambasciata ha affermato che i tempi di attesa sono più lunghi del previsto, fino a pochi mesi.

Anche Italia e Spagna hanno affermato che continueranno ad accettare domande di visto

Come la Germania, anche gli altri due paesi, Italia e Spagna, hanno negato le accuse secondo cui non accettano più richieste di visto in Turchia.

Secondo il Daily Sabah, il consolato spagnolo a Istanbul ha affermato che le domande di visto sono aperte. Tuttavia, l'autorità ha confermato che al momento non ci sono appuntamenti disponibili fino al prossimo giugno.

READ  La svolta della Belt and Road Initiative in Italia: il percorso della Cina

Con un numero crescente di cittadini turchi interessati a viaggiare nell'Unione Europea nei prossimi mesi, il consolato spagnolo a Istanbul ha rivelato che tutti gli appuntamenti per maggio sono già prenotati.

Le nuove nomine saranno rese disponibili a giugno e, per allora, il Consolato prevede di elaborare un gran numero di domande.

L'Ambasciata d'Italia ha inoltre confermato di accettare ed elaborare le richieste di visto Schengen.

Inoltre, l'Ambasciata d'Italia ha comunicato che gli appuntamenti per questo mese sono al completo e che nuovi appuntamenti saranno resi disponibili a giugno.

La Turchia cerca da anni di raggiungere un accordo di viaggio senza visto con l'Unione Europea. Tuttavia, poiché il paese non ha ancora soddisfatto alcuni criteri stabiliti dall’Unione Europea, il processo è ancora in corso.

Anche se non è ancora chiaro quando i titolari di passaporto turco potranno viaggiare nell’area Schengen senza visto, la Turchia ha spinto affinché i giovani ricercatori e imprenditori siano almeno esentati dall’obbligo del visto.

Secondo le autorità turche è importante che questo gruppo di cittadini sia soggetto a regole facili perché ciò favorirebbe l'innovazione e la tecnologia nell'Unione europea.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x