Giappone, Gran Bretagna e Italia stanno unendo le forze per sviluppare nuovi aerei da combattimento da schierare nel 2035

Giappone, Gran Bretagna e Italia stanno unendo le forze per sviluppare nuovi aerei da combattimento da schierare nel 2035

Con una mossa storica, Giappone, Gran Bretagna e Italia hanno concordato di unire i loro piani individuali per produrre un nuovo aereo da caccia da schierare nel 2035. Questa iniziativa trilaterale congiunta, nota come Global Combat Air Program (GCAP), mira a sviluppare un capacità di combattimento aereo di livello. – Aerei da caccia ad alte prestazioni per migliorare la superiorità aerea e consentire un’efficace deterrenza. Il progetto prevede la formazione di un organismo congiunto chiamato Organizzazione intergovernativa per l’appello globale contro la povertà, che gestirà un progetto congiunto del settore privato che coinvolge Mitsubishi Heavy Industries, BAE Systems PLC e Leonardo.

Rafforzare la cooperazione in materia di difesa

Secondo recenti rapporti, i ministri della Difesa di Giappone, Gran Bretagna e Italia hanno firmato un accordo per creare un’organizzazione congiunta per sviluppare questo nuovo caccia a reazione avanzato. Questa cooperazione arriva in un momento in cui i paesi cercano di rafforzare la cooperazione di fronte alle crescenti minacce provenienti da Cina, Russia e Corea del Nord. Con l’impiego di tecnologie all’avanguardia, si prevede che questa iniziativa inaugurerà una nuova era di prosperità, rafforzando al tempo stesso la sicurezza collettiva.

Quadro collaborativo

L’organizzazione intergovernativa GCAP (GIGO) supervisionerà i requisiti di capacità complessivi per l’aereo. Una costruzione commerciale congiunta, guidata da BAE Systems, Mitsubishi Heavy Industries e Leonardo, avrà il compito di soddisfare questi requisiti. Ciò rappresenta una pietra miliare importante nello sviluppo congiunto della prossima generazione di aerei da combattimento, con una divisione del lavoro tra le nazioni partner.

Il futuro del combattimento aereo

Con l’obiettivo di contrastare le nuove minacce in modo più efficace, questo velivolo prenderà il volo entro il 2035, sfruttando le tecnologie di prossima generazione. Il Global Air Combat Program (GCAP) avrà sede in Gran Bretagna, il primo CEO sarà giapponese e il capo dell’organizzazione industriale sarà italiano. Questa collaborazione riunisce le risorse della joint venture italo-britannica Tempest e le risorse dell’aereo da caccia FX di prossima generazione giapponese.

READ  Un'azienda italiana annuncia l'imminente apertura di un centro commerciale all'Avana

Promozione dell’economia e dell’innovazione

Questo programma internazionale di caccia stealth mira non solo a sviluppare un caccia stealth innovativo con capacità ipersoniche, ma anche a creare posti di lavoro altamente qualificati nel Regno Unito e nei paesi partner. Il Regno Unito ospiterà la sede governativa congiunta del GCAP, sostenendo centinaia di posti di lavoro nel Regno Unito e collaborando con colleghi giapponesi e italiani. La nuova attività combinata avrà sede nel Regno Unito, per supervisionare il supporto tempestivo e la consegna del programma, inclusa la data di entrata degli aerei da combattimento nel 2035.

Rafforzare la sicurezza e la deterrenza

Il nuovo velivolo, il cui dispiegamento è previsto per il 2035, è considerato indispensabile per garantire la superiorità aerea e consentire un’efficace deterrenza nell’ambiente di sicurezza ad alta gravità del Giappone. La mossa è un passo importante nell’espansione dei partenariati di difesa del Giappone, a condizione che il paese allenti il ​​divieto postbellico di esportare armi letali sviluppate congiuntamente verso paesi terzi.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x