Gli spazi esterni sono collegati a una migliore salute mentale e fisica negli anziani

Gli spazi esterni sono collegati a una migliore salute mentale e fisica negli anziani

Avere accesso a spazi esterni – come parchi, specchi d’acqua o sentieri – riduce la possibilità che gli anziani valutino male la propria salute. Questo secondo A un report Pubblicato questo mese in Salute e posizione.

Gli investigatori hanno esaminato i dati dell’indagine sanitaria di oltre 42.000 persone di età superiore ai 65 anni che vivono nelle aree urbane dello stato di Washington. Tutte le persone intervistate hanno vissuto lì tra il 2011 e il 2019. I ricercatori hanno esaminato le misure della felicità in relazione all’accesso agli spazi verdi e blu (parchi e acqua).

Circa il 2% dei partecipanti ha mostrato segni di grave disagio psicologico e il 19% ha riportato una salute generale buona o scarsa. Quando le persone avevano solo il 10% in più di superficie forestale vicino a dove vivevano, ciò era associato a una riduzione di gravi disturbi psicologici, compresi problemi di salute mentale. Un aumento del 10% dello spazio verde, della copertura arborea, dei corpi idrici o della lunghezza dei sentieri ha ridotto la probabilità che le persone riferissero di buona o cattiva salute.

Gli anziani sono particolarmente vulnerabili ai problemi di salute mentale come la depressione, che ha dimostrato di aumentare il rischio di declino cognitivo e demenza. Allo stesso tempo, i ricercatori hanno notato che avevano meno probabilità di ricevere cure per gestire le loro condizioni di salute mentale.

Adithya Vejaraju, primo autore dello studio, ha dichiarato: “Se l’esposizione agli spazi verdi o blu può aiutare a prevenire, ritardare o addirittura curare la cattiva salute mentale nelle persone anziane, allora dobbiamo considerarlo più da vicino come un modo per migliorare la salute mentale”. risultati in questo gruppo di persone.” “Popolazione.” E lo studente di medicina del Washington State University College of Medicine Elson S. Floyd, ha detto in a dichiarazione.

READ  Ecco come gli astronauti celebrano il Ringraziamento nello spazio

Cosa possono fare le case di cura per garantire ai residenti l’accesso agli spazi verdi e blu se non si trovano nel campus o se i residenti non escono molto? Una soluzione potrebbe essere la prescrizione, ha detto Figaraju. Ciò include dare alle persone prescrizioni scritte per trascorrere del tempo all’aria aperta.

I ricercatori vorrebbero studiare ulteriormente se l’esposizione agli spazi verdi e blu può influenzare direttamente la demenza o se lo fa riducendo i problemi di salute mentale che successivamente portano al declino cognitivo.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x