― Advertisement ―

spot_img
HomeTop NewsGli Stati Uniti affrontano l'Italia per una vittoria di misura nel Day...

Gli Stati Uniti affrontano l’Italia per una vittoria di misura nel Day 4 del 6DAYS®

Era vicino al vertice della Coppa del Mondo FIM nel quarto giorno della FIM International Six Day’s Enduro (ISDE), quando gli Stati Uniti si sono assicurati una vittoria combattuta sull’Italia. Gli Stati Uniti hanno lottato tutto il giorno, battendo gli italiani per soli quattro secondi e conquistando la vittoria.

La Svezia ha quattro vittorie su quattro iscritti alla Coppa del Mondo FIM Junior di quest’anno, mentre gli Stati Uniti mantengono un comodo vantaggio su FIM LA nella Coppa del Mondo FIM femminile.

  • 6DAYS® entra nella seconda metà della gara a San Juan, in Argentina
  • Gli Stati Uniti continuano a guidare la Coppa del Mondo FIM
  • Lo spagnolo Josep Garcia ha ottenuto una vittoria completa nel singolare al quarto giorno

Il quarto giorno di regate al 97° ISDE ha offerto un’azione emozionante. Con gli Stati Uniti che finora si mantengono saldamente in testa alla classifica della Coppa del Mondo FIM, molti cominciano a chiedersi se riusciranno a rimanere imbattuti nella gara di quest’anno. Ma l’Italia era determinata a provare a dimostrare il contrario.

Stati Uniti e Italia si scontrano

Nella prova speciale “Villicum” di apertura, l’Italia è partita in vantaggio e ha mantenuto un vantaggio di quattordici secondi sugli Stati Uniti, con la Francia a soli due secondi dal terzo. Mantenendo il ritmo alto, hanno esteso il loro vantaggio a venti secondi dopo la seconda prova. Quando hanno completato il primo giro, avevano ancora quindici secondi di vantaggio sui loro concorrenti.

Entrando nell’ultimo giro, l’Italia era ansiosa di conquistare la vittoria di oggi, ma gli Stati Uniti non erano disposti a tirarsi indietro. All’inizio della sesta e ultima prova speciale della giornata, l’Italia aveva un vantaggio di sei secondi, ma non era la giornata giusta.

Facendo di tutto, gli USA hanno superato gli italiani e hanno vinto la quarta giornata per soli quattro secondi. La Francia è arrivata terza, a più di due minuti da loro, mentre Spagna e Gran Bretagna sono finite rispettivamente quarta e quinta.

READ  Bielorussia e Italia sono in testa ai siti wildcard nella staffetta 400 Medley

“Quella è stata la lotta oggi per la vittoria.” Ha detto l’italiano Samuele Bernardini (Honda). “Eravamo in testa fino all’ultimo test, ma poi ho avuto un incidente e abbiamo perso un po’ di tempo e alla fine abbiamo perso l’occasione.

“Nel complesso però va bene. Abbiamo molto tempo indietro adesso e possiamo lottare per il podio. Domani è l’ultimo lungo giorno, prima del sesto giorno di motocross, quindi vediamo cosa possiamo fare!”

Nella classifica generale gli Stati Uniti mantengono un vantaggio di undici minuti. Ma dietro di loro la battaglia per ciò che resta del podio si intensifica. La Francia è ora passata al secondo posto e precede la Gran Bretagna, terza, di nove secondi.

Tuttavia, l’Italia è ora a soli ventiquattro secondi dalla Gran Bretagna e, con i campioni in carica in difficoltà oggi, dovranno riprendersi domani per mantenere vive le loro speranze di podio.

La Svezia è ancora imbattibile nella Coppa del Mondo FIM Junior

Non ci sono stati cambiamenti al vertice della classe FIM Junior World Cup, con la Svezia che ha vinto ancora una volta. Il trio svedese formato da Albin Norrbin (Fantic), Axel Semb (Husqvarna) e Max Ahlin (KTM) è uno dei principali punti di discussione della 6DAYS® di quest’anno. Sono in testa alla gara per più di sedici minuti e sperano in una giornata di gare senza problemi domani.

Nella quarta giornata, la Francia era seconda dietro agli svedesi, anche se quattro minuti dietro. Battendo gli Stati Uniti di due minuti e trenta secondi, hanno esteso il loro vantaggio sugli Stati Uniti di oltre cinque minuti. L’Argentina ora cerca di superare la Repubblica Ceca e occupare il quarto posto nella classifica generale.

“Siamo molto felici di raggiungere il quarto giorno in questa posizione”. Dice l’argentino Cristobal Sola (KTM). “All’inizio le cose sono state molto difficili e lunghe, soprattutto con il caldo, ma ora sembra che la situazione si sia calmata.

“La nostra energia nella squadra è buona ed è fantastico avere il supporto dei tifosi di casa in pista. È difficile descrivere la sensazione di essere acclamati dal pubblico in questo modo. Sicuramente ci aiuta molto.”

L’Australia è fuori dai giochi della Coppa del Mondo femminile FIM

Nella categoria Coppa del Mondo femminile FIM, gli Stati Uniti hanno rafforzato ancora una volta la loro presa sul titolo di quest’anno con una vittoria al quarto giorno. Ma è proprio l’uscita dell’Australia il punto di maggior discussione oggi.

Gli australiani sono apparsi in buona forma questa mattina, chiudendo secondi dietro agli Stati Uniti nella prima prova. Tuttavia, subito dopo la fortuna è cambiata, con il ritiro di Tayla Jones (Husqvarna).

La perdita dell’Australia è stata improvvisamente un guadagno per la FIM LA, poiché il trio sudamericano composto da Barbara Neves (Honda), Tania Gonzalez (Honda) e Valeria Rodriguez (Honda) è risalito al secondo posto.

“Questa è la mia prima volta all’ISDE” ha detto Barbara Neves (Honda) del FIM LA Team. “Il mio obiettivo principale è arrivare al traguardo.

Non mi sarei mai aspettato che saremmo saliti sul podio in questo modo, ma è molto emozionante. Sono stati quattro giorni molto difficili finora, ma il morale della nostra squadra è alto e continueremo a lottare fino alla fine!

Vittoria alla quarta giornata per Josep Garcia

Nella classifica individuale è stata un’altra vittoria per Josep Garcia (KTM). Lo spagnolo ha vinto tutte le sei prove speciali della giornata tranne una, vincendo con diciotto secondi sull’italiano Andrea Verona. La competizione per il terzo posto è stata molto serrata, poiché l’americano Taylor Robert ha superato l’italiano Samuel Bernardini (Honda) e l’americano Johnny Giroir (KTM).

READ  Maltempo, raffiche di vento sopragli 80 km/ha San Marino

Nell’Enduro1 è stata una vittoria comoda per Garcia, che era in testa alla classifica per più di un minuto. Bernardini ha goduto di una buona giornata in ufficio chiudendo secondo, mentre il britannico Jed Etchells (Fantec) è arrivato terzo.

Verona rimane il pilota da battere nell’Enduro2, con l’italiano che ha vinto al quarto giorno. Robert ha battuto il compagno di squadra Giroir di quattro secondi per prendere il secondo posto.

È stata una giornata perfetta per lo svedese Albin Norbin nell’Enduro3, con il pilota Fantic che ha vinto tutte e sei le prove portandosi al comando della classe. I francesi Loic Lario (KTM) e Julien Rosalie (Sherco) hanno completato i primi tre.

Ha tremato nel premio della squadra del club

XC Gear si è aggiudicato una vittoria di tre minuti nel Club Team Award il quarto giorno. Dietro di loro però c’è stato un cambio di classifica. braaptastic.com Ha avuto problemi ed è uscito dall’ordine di marcia. GTBN è passato al secondo posto assoluto, con la squadra ospitante dell’Argentina al terzo posto.

Domani la 6DAYS® inizierà la sua quinta e penultima giornata di regate. Con l’avvicinarsi della fine della gara, il nuovo circuito giallo porterà i concorrenti dal circuito Velicum lungo il lato sud del lago Diq Olum e attraverso la periferia della città di San Juan. Tuttavia, con altri sei test da completare e circa sette ore e trenta minuti di guida, il quinto giorno sarà il più lungo della settimana.