GSA diventa in Europa EUSPA per un ruolo spaziale più forte

Oggi in Europa è stata lanciata una nuova agenzia spaziale, che sostituisce l’Agenzia europea del GNSS (GSA) e aggiunge responsabilità per promuovere le istituzioni spaziali europee.

Il Agenzia dell’Unione europea per il programma spaziale (EUSPA) Segna l’inizio di una nuova era per lo spazio dell’Unione europea, secondo una dichiarazione dell’agenzia. L’EUSPA si baserà sull’eredità di GSA, creata per promuovere l’uso di Galileo ed EGNOS, con responsabilità aggiuntive per creare maggiori opportunità dallo spazio per i cittadini dell’Unione europea e della sua economia.

Il regolamento spaziale emesso il 27 aprile ha creato l’EUSPA. In base al nuovo regolamento spaziale, il mandato dell’EUSPA include il rafforzamento di Galileo ed EGNOS, ma con maggiori responsabilità, compresa la fornitura di servizi e la sicurezza operativa. L’agenzia coordinerà anche gli aspetti relativi agli utenti della comunicazione del governo via satellite in stretta collaborazione con gli Stati membri e altre entità.

Compreso Copernico

Rodrigo da Costa, Direttore esecutivo dell'Agenzia europea per il GNSS.  (Immagine: GSA)

Rodrigo da Costa, Direttore esecutivo, EUSPA (Foto: EUSPA)

L’EUSPA è anche responsabile dello sviluppo dei mercati a valle e della promozione dell’innovazione basata su Galileo ed EGNOS, e ora anche degli usi commerciali di Copernicus (il programma europeo per l’osservazione della Terra), sfruttando meccanismi di finanziamento come Elementi fondamentali e Orizzonte Europa.

L’EUSPA è anche responsabile della certificazione di sicurezza di tutti i componenti del Programma spaziale europeo. La Commissione europea può anche decidere di affidare all’agenzia altri compiti.

“Le nostre economie, la nostra società e la nostra sicurezza dipendono sempre più dallo spazio”, ha affermato Rodrigo da Costa, direttore esecutivo di EUSPA, ex direttore di GSA. L’Europa ha incredibili opportunità da non perdere. Creando l’EUSPA, l’Unione europea aumenterà il ritorno sugli investimenti che i cittadini dell’Unione europea realizzano nel programma spaziale europeo, rafforzando il suo contributo alle priorità dell’Unione. Raggiungeremo questo obiettivo principalmente sfruttando le sinergie tra le varie componenti del programma – in particolare navigazione, osservazione della Terra e comunicazioni sicure – per guidare l’innovazione in un’ampia gamma di settori “.

READ  Draghi ha un ampio sostegno per la leadership del governo italiano, per il momento

In particolare, riunire la gestione finale e aggregata delle applicazioni basate su Galileo, EGNOS e Copernicus sotto l’egida di un’agenzia consentirà di sfruttare le sinergie, secondo la dichiarazione dell’agenzia. “Queste tecnologie da sole possono svolgere un ruolo importante nel supportare la trasformazione digitale e verde, ma sfruttando il loro uso sinergico e congiunto faciliterà la generazione di soluzioni innovative che raggiungono un maggiore impatto sociale”, si legge nella dichiarazione.

Concentrati sulla sicurezza

“I nostri team di professionisti impegnati nelle nostre sedi in Europa – dal Centro EGNOS a Tolosa al Centro servizi GNSS europeo in Spagna e al Centro di riferimento Galileo nei Paesi Bassi – continueranno a garantire l’alta qualità, la durata e l’affidabilità di fornire l’EUSPA servizio “, si legge nella dichiarazione. “Questo sarà supportato dai centri di controllo di sicurezza Galileo in Francia e Spagna, e dai team industriali gestiti da EUSPA presso i centri di controllo Galileo in Germania e Italia, nonché da strutture in tutto il mondo”.

Inoltre, il consiglio di accreditamento di sicurezza continuerà ad avviare e monitorare l’attuazione dei requisiti di sicurezza per garantire un livello di sicurezza forte e uniforme per l’intero programma spaziale europeo.

“La nuova agenzia ha un ruolo fondamentale nell’accreditamento di sicurezza di tutte le componenti del programma spaziale europeo”, ha affermato Bruno Vermeer, presidente dell’EUSPA Security Accreditation Board.

Guardando al futuro

Con l’espansione della missione di EUSPA, il suo obiettivo principale rimane lo stesso: collegare gli investimenti dell’Unione europea nello spazio alle esigenze degli utenti nell’Unione europea e in tutto il mondo.

“L’agenzia rimane impegnata nei confronti dei suoi utenti tradizionali e continuerà a fornire l’elevato livello di servizi GNSS su cui gli utenti fanno affidamento”, ha affermato l’agenzia. Copernicus e le comunicazioni satellitari trarranno vantaggio anche dalla precedente attenzione orientata all’utente e dall’esperienza acquisita dalla GSA nello sviluppo di mercati per Galileo ed EGNOS.

READ  Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti: il G7 può sostenere il 15% più l'imposta minima globale | Notizie di economia e commercio

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x