Guerra in Ucraina: la Russia rivendica progressi a Bakhmut

Guerra in Ucraina: la Russia rivendica progressi a Bakhmut

MOSCA (Reuters) – La Russia ha detto domenica che le sue forze sono avanzate a Bakhmut, mentre un alto comandante ucraino ha detto che le sue forze hanno mantenuto la linea del fronte attraverso la città, quasi tutte distrutte nella battaglia più sanguinosa della guerra durata 14 mesi.

Il ministero della Difesa russo ha affermato che le sue forze hanno assicurato due blocchi nelle regioni occidentali e che le unità aviotrasportate stanno fornendo rinforzi a nord ea sud. La Russia considera Bakhmut un trampolino di lancio per ulteriori progressi nell’Ucraina orientale.

Il colonnello generale ucraino Oleksandr Sersky ha condiviso le sue foto sull’app di messaggistica Telegram mentre contempla una mappa con altri tre uomini in uniforme, con la didascalia “La prima linea di Bakhmut. La nostra difesa continua”.

“Abbiamo colpito il nemico, spesso inaspettatamente per lui, e continuiamo a mantenere linee strategiche”, ha scritto.

Reuters non ha potuto verificare i rapporti sul campo di battaglia.

Yevgeny Prigozhin, comandante della forza militare speciale Wagner che guidava l’offensiva di Bakhmut, aveva il controllo dell’80% della città. Kiev ha ripetutamente negato le accuse secondo cui le sue forze stanno per ritirarsi.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha promesso di continuare a difendere la città.

“È impossibile per noi abbandonare Bakhmut perché questo allargherà il fronte di battaglia e darà alle forze russe e Wagner l’opportunità di impadronirsi di più delle nostre terre”, ha detto Zelensky in un’intervista al canale di notizie Al-Arabiya pubblicata domenica.

Domenica, il presidente russo della regione meridionale di Kherson in Ucraina ha anche smentito un rapporto di un think tank statunitense secondo cui le forze ucraine avrebbero preso posizione sulla sponda orientale del fiume Dnipro.

READ  La sindrome dell'intestino irritabile è comune, ma viene discussa raramente; Questo medico del Quebec sta cercando di cambiare la situazione

Vladimir Saldo ha scritto sul suo canale Telegram: “Non c’è nessun punto d’appoggio nemico sulla riva sinistra (orientale) del fiume Dnipro… Il nostro esercito controlla completamente quella zona”.

Citando blogger militari russi legati alle forze di Mosca, l’Istituto per lo studio della guerra ha affermato che l’Ucraina ha “stabilito posizioni” sulla sponda orientale, anche se non è chiaro “su quale scala o con quali intenzioni”.

La Russia ha ritirato le sue forze dalla Cisgiordania lo scorso anno, parte di una serie di ritiri che hanno segnalato un cambiamento di slancio a favore di Kiev.

Natalya Homenyuk, portavoce del comando meridionale dell’Ucraina, non ha confermato né smentito il rapporto, che ha detto alla televisione ucraina che avvertiva di “bombardamenti molto forti” nelle aree intorno alle città della Cisgiordania di Kherson e Breslavl.

“In risposta a tali informazioni, il nemico ha notevolmente intensificato i suoi attacchi sulla sponda opposta”, ha affermato. Ha detto che i civili sono rimasti feriti e circa 30 edifici sono stati distrutti, inclusa una scuola.


(Segnalazione di Jake Cordell, Dan Belichuk, Nick Starkoff, Elaine Monaghan e Lydia Kelly; Montaggio di Diane Craft e Stephen Coates)

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x