Hitachi porta in Italia una tramvia a batteria

Hitachi Railways ha testato un tram a batteria a Firenze, in Italia, e afferma che potrebbe risparmiare milioni durante l’installazione di cavi aerei.

Hitachi spiega che le linee tranviarie convenzionali richiedono infrastrutture elettriche, solitamente cavi aerei supportati da pali o tralicci, e sono costose da installare.

La società aggiunge che i tram alimentati a batteria offrono l’opportunità di gestire il trasporto pubblico ad alta capacità attraverso i centri cittadini riducendo al minimo l’impatto visivo sulle strade storiche.

“Questo è un risultato importante perché siamo pionieri di questa nuova tecnologia che ci consente di lavorare con i nostri clienti per ridurre i costi di infrastruttura pur continuando a offrire un trasporto pubblico ecologico”, afferma Andrea Pepe, responsabile vendite e progetti per l’Italia, Hitachi Railways L’esperienza di successo in Italia ci offre nuove opportunità in tutto il mondo.

L’esperimento ha comportato l’installazione di pacchi batterie sull’esistente Tramvia Sirio, che copre una porzione della linea alimentata a batteria.

Secondo Hitachi, la soluzione consente di restituire energia alle batterie quando il treno frena, riducendo la quantità totale di energia consumata e proteggendo l’ambiente.

“I tram a batteria possono rivoluzionare questo tipo di servizio all’interno delle città”, afferma il sindaco di Firenze, Dario Nardella. “Il trasporto pubblico, soprattutto nei centri storici, dovrebbe essere meno impattante e più sostenibile”.

Altrove nel settore, Hitachi ha recentemente annunciato una prova di treni a batteria nel Regno Unito e la consegna di treni ibridi in Italia.

READ  Il pilota di kart italiano ottiene un divieto FIA di 15 anni a causa di un incidente di lancio del paraurti

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x