La Minardi riflette sul tragico GP di San Marino del 1994: “Per me Senna è ancora vivo”

La Minardi riflette sul tragico GP di San Marino del 1994: “Per me Senna è ancora vivo”

La prossima settimana, Imola segnerà il 30° anniversario della morte di Roland Ratzenberger e Ayrton Senna al Gran Premio di San Marino del 1994, alla presenza del boss della Formula 1 e locale Stefano Domenicali.

Prima dell'anniversario, Notizie sulle corse 365 Chatta con il famoso fondatore del team diventato capo del circuito Giancarlo Minardi.

“Il primo maggio è interamente dedicato alla tragica morte sia di Cena che di Ratzenberger”, dice in esclusiva. Notizie sulle corse 365.

“Abbiamo parlato con i genitori di Ratzenberger e insieme abbiamo deciso di commemorare entrambi i piloti nello stesso giorno.

“Nel museo della pista esporremo la macchina di Senna Williams e i caschi che indossava.

“Ci sarà una mostra dei dipinti di Senna, e poi andremo all'interno del circuito, dove saranno presenti i ministri di Italia e Brasile per commemorare entrambi i piloti.”

Ricorda Sina

Dopo la gara di Imola del 1994, la FIA ha apportato modifiche alla sicurezza, anche alle vetture stesse. Ciò continua ancora oggi con l'invenzione dell'halo – e Minardi crede che l'eredità di Senna sopravviva proprio grazie a questo.

E aggiunge: “Ci dovrebbe essere uno studio su come continua la popolarità di Ayrton Senna 30 anni dopo la sua morte, non solo tra gli anziani, ma anche tra le generazioni successive”.

“Senna continua a vivere di generazione in generazione, non solo perché le persone lo ricordano, ma perché le persone si prendono cura di lui.

“Sembra che Senna sia morto ieri, questo è anche il mio pensiero. Per me, in realtà Senna non è mai morto, e questo perché la sua morte ha avuto un impatto enorme sullo sport.

READ  La prestazione nei 200 stile libero esalta il profilo dell'italiano Thomas Ciccone

“Non solo in Formula 1, ma anche nelle categorie junior, dopo la sua morte sono stati apportati molti cambiamenti in termini di sicurezza e di questo dovremmo essere molto grati.

“Ero presente il tragico giorno della sua morte, e rimane il giorno più orribile della mia carriera.

“Dopodiché, i conducenti di generazioni diverse potranno ora guidare auto più sicure, motivo per cui, secondo me, Senna è ancora vivo”.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x