I benchmark A15 rivelano un aumento del 21% circa delle prestazioni della CPU rispetto all’A14

Altri dati da Apple non rilasciati iPhone 13 La serie si è fatta strada nel browser Geekbench, offrendo un’anteprima delle prestazioni che gli utenti possono aspettarsi da un telefono di prossima generazione e, per estensione, dal nuovo iPad mini.

Per CPU Statistiche Caricato dagli utenti di Geekbench, il punteggio medio single-core per l’iPhone 13 è 1.730, un aumento di circa il 10% rispetto al punteggio dell’iPhone 12 dal 1575. Il punteggio multi-core medio è di 4.621, ovvero circa il 21% in più rispetto ai 3.832 stabiliti dall’iPhone 12.

Se accurati, i numeri sono un bel salto nelle prestazioni di calcolo per l’intera linea di iPhone 13. Mentre Apple include un core GPU aggiuntivo e più memoria nell’A15 Bionic distribuito sui modelli iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max, tutti i modelli iPhone 13 condividono un design della CPU hexa-core con due core di prestazioni e quattro core di efficienza.

Va notato che solo sei dispositivi con designazioni che vanno da “iPhone14.2”, “iPhone14.3” e “iPhone14.5” hanno eseguito la suite di benchmark e caricato i dati corrispondenti al momento della stesura di questo documento e le informazioni iniziali non possono essere confermato come legittimo. Tuttavia, i risultati sono coerenti e i dati fanno luce sulle specifiche dei dispositivi Apple non ancora separato.

Come notato prima Voci di Mac, che ha monitorato i risultati di Geekbench prima di oggi, il punteggio di metallo 10608 dell’iPhone 13 è molto più basso del punteggio corrispondente 14216 Sviluppato da iPhone 13 Pro. Tuttavia, l’A15 dell’iPhone 13, e presumibilmente l’iPhone 13 mini, ha una tacca metallica circa il 15% più alta rispetto all’A14 Bionic dell’anno scorso.

READ  DXC Technology e Microsoft stanno collaborando per rendere l'esperienza sul posto di lavoro il più personalizzata, intelligente, sicura e moderna possibile

Apple non è riuscita a dettagliare le prestazioni della CPU A15 al suo evento “California Streaming” di martedì, affermando solo che il chip è il 50% più veloce dei concorrenti. L’ambiguità ha portato alcuni a ritenere che la decisione di non includere confronti diretti era intenzionale.

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x