I capi della sicurezza russa incolpano l’Ucraina e l’Occidente per l’attacco

I capi della sicurezza russa incolpano l’Ucraina e l’Occidente per l’attacco

Martedì alti funzionari della sicurezza russa hanno affermato che l’Ucraina e l’Occidente sono stati in parte responsabili dell’attacco mortale contro una sala da concerto fuori Mosca alla fine della scorsa settimana, che ha visto uomini armati mimetizzati uccidere almeno 139 persone e dozzine di altre indiscriminatamente.

Il capo del Servizio di sicurezza federale russo (FSB) Alexander Bortnikov Egli ha detto Sebbene non siano stati ancora identificati gli autori dell'attentato, gli aggressori erano intenzionati a fuggire in Ucraina, dove sarebbero stati “accolti come eroi”.

“Crediamo che questa azione sia stata preparata dagli stessi islamici radicali e, naturalmente, facilitata dai servizi speciali occidentali, e gli stessi servizi speciali ucraini sono direttamente collegati a questo”, ha detto Bortnikov citando i media statali.

E così ho fatto anch'io Nikolai Patrushev, a capo del Consiglio di sicurezza russo, ha fatto eco alle affermazioni di Bortnikov secondo cui Kiev era coinvolta nell'attacco, dicendo al canale di notizie Shot di Telegram: “Naturalmente era l'Ucraina.”

Il presidente russo Vladimir Putin ha detto lunedì sera che dietro l’omicidio di massa ci sono “islamici radicali”, ma ha ribadito la sua precedente affermazione secondo cui l’Ucraina potrebbe essere stata coinvolta in qualche modo e ha suggerito che Washington stesse cercando di insabbiare il tutto.

Putin aveva precedentemente affermato che gli uomini armati dietro l'attacco di venerdì avevano guidato la loro auto verso il confine ucraino prima di essere arrestati la mattina successiva.

L’affiliato Stato Islamico-Khorasan ha rivendicato la responsabilità dell’attacco, il più sanguinoso in Russia dall’assedio della scuola di Beslan del 2003, e i canali di social media collegati al gruppo armato hanno pubblicato video espliciti dei militanti che commettevano l’omicidio di massa nel municipio di Crocus.

READ  Le foto prima e dopo mostrano la gravità delle inondazioni in Pakistan

Le autorità russe hanno arrestato 11 persone in relazione all'attacco di venerdì, anche se al momento si conosce l'identità di soli otto sospettati.

Dopo le dichiarazioni di Patrushev e Bortnikov di martedì, il consigliere del presidente ucraino Mykhailo Podlyak ha detto Accusato Funzionari russi per aver “diffuso bugie”.

L'Agence France-Presse ha contribuito al reportage.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x