I leader di Stati Uniti, Giappone, India e Australia discutono del conflitto in corso e della crisi umanitaria in Ucraina

Soldati ucraini in Piazza Indipendenza a Kiev il 2 marzo. (Timothy Fadek / Redux per la CNN)

È passata solo una settimana dall’attacco russo all’Ucraina, ma le sue conseguenze erano già catastrofiche.

Nei sette giorni da quando le forze russe hanno invaso il loro vicino occidentale, centinaia di persone sono state uccise e Milioni di persone sono fuggite per salvarsi la vita. prezzi dell’energia alle stellei prezzi del cibo potrebbe essere il prossimo.

Nessuno può dire con certezza cosa accadrà nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, ma anni di relativa pace e stabilità in Europa sono già stati dilaniati e se i combattimenti continuano per mesi, la crisi potrebbe avere ripercussioni ancora maggiori.

Cosa succede a Kiev? Il presidente russo Vladimir Putin è stato molto chiaro sui suoi obiettivi primari nell’invasione: vuole disarmare l’Ucraina, tagliare i legami con l’alleanza militare della NATO e porre fine alle aspirazioni del popolo ucraino di unirsi all’Occidente.

Ha anche affermato di voler liberare il paese da quella che ha definito “la banda di tossicodipendenti e neonazisti che si sono stabiliti a Kiev e hanno tenuto in ostaggio l’intero popolo ucraino”, un riferimento infondato e altamente accusato all’Ucraina democraticamente eletta. governo e il suo presidente ebraico, Volodymyr Zelensky.

Le forze russe stanno assediando la capitale ucraina, Kiev, in un apparente tentativo di rovesciare il governo, e un convoglio militare di 40 miglia si sta dirigendo verso la città, che è stata presa di mira da diversi attacchi missilistici e missilistici negli ultimi giorni.

Zelensky ha promesso di continuare la lotta, ma non si illude che le forze di Putin “vogliono distruggere politicamente l’Ucraina distruggendo il capo di stato”.

Se quelle forze catturano la capitale, l’Ucraina ha altri politici che potrebbero essere ansiosi di riempire i ranghi del regime cliente filo-russo.

READ  Gli Stati Uniti aumentano la potenza di fuoco nell'Europa orientale mentre il Canada firma un accordo per aumentare la presenza della NATO in Lettonia

Uno dei più grandi alleati di Putin in Ucraina lo è Victor Medvedchuk, un importante politico e oligarca. Affronta accuse di tradimento in Ucraina ed è agli arresti domiciliari, ma la sua esatta ubicazione non è chiara.

Veduta generale della città costiera di Odessa, in Ucraina, il 3 marzo.
Una veduta generale del porto di Odessa, in Ucraina, il 3 marzo. (Gilles Bader/Le Pictorium/Immagini di copertina/Reuters)

Obiettivi regionali: Le forze russe stanno anche conducendo una campagna lontano da Kiev, cercando di prendere il controllo delle principali città dell’Ucraina meridionale e sudorientale, inclusa Kherson.

Il sindaco di Kherson ha effettivamente ammesso che le forze ucraine hanno ceduto il controllo della città mercoledì, affermando in una dichiarazione sulla sua pagina Facebook che i residenti dovrebbero accettare le direttive dei “militanti che si sono rivolti all’amministrazione cittadina” – in altre parole, le truppe russe.

“È assolutamente chiaro che Putin sta spingendo per un corridoio terrestre verso la Crimea”, ha detto alla CNN un ex comandante della NATO. Richard Sheriff, l’ex vice comandante in capo della NATO per l’Europa, ha affermato che il corridoio terrestre è un “bersaglio chiaro”.

“Ha la Crimea nella Federazione Russa dal 2014 ed è stato in grado di rifornirla solo tramite il ponte sullo stretto di Kerch, quindi ovviamente sta cercando di creare quel corridoio terrestre sotto il Mar d’Azov”, ha aggiunto lo sceriffo.

Se le forze russe catturano la città portuale di Odessa, si può immaginare che Mosca stabilisca un ponte di terra che attraversa tutto il sud dell’Ucraina, forse collegando anche la Transnistria – una regione separatista della Moldova, dove sono di stanza le forze russe – con Odessa, in Crimea , e l’Ucraina meridionale e orientale.

Leggi l’analisi completa qui.

READ  Il governo polacco afferma che almeno 964.000 rifugiati sono fuggiti dall'Ucraina in Polonia

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x