I terremoti scuotono la regione di Goma nella Repubblica Democratica del Congo, dopo una mortale eruzione vulcanica | Notizie dalla Repubblica Democratica del Congo

Decine di migliaia di residenti sono fuggiti da Goma in preda al panico, mentre centinaia sono rimasti senza casa.

Reuters ha riferito che i terremoti persistenti hanno scosso la città di Goma, nella Repubblica Democratica del Congo, allarmando le famiglie ancora sconvolte dall’eruzione del vulcano durante il fine settimana che ha distrutto i villaggi vicini, sfollato migliaia e ucciso almeno 32 persone.

Il monte Nyiragongo, uno dei vulcani più attivi e pericolosi al mondo, è esploso sabato sera, eruttando un muro di lava ardente largo mezzo miglio verso la città di due milioni di persone.

La colata lavica si è fermata a poche centinaia di metri dai confini della città, ma lungo il percorso ha distrutto più di una dozzina di villaggi, bloccando un’importante strada di accesso alla città e interrompendo la corrente elettrica principale.

La gente è rimasta in ansia a Goma mentre le violente scosse di assestamento sono continuate per tutta la notte e fino a lunedì mattina.

“Si stanno moltiplicando e arrivano da un momento all’altro”, ha detto uno dei residenti all’AFP, descrivendo le scosse di assestamento come “molto preoccupanti”.

Decine di migliaia di residenti sono fuggiti dalla città in preda al panico – circa 7.000 dei quali nel vicino Ruanda – quando è iniziata l’eruzione del Nyiragongo. I funzionari hanno detto che 17 villaggi alla periferia della città sono stati gravemente danneggiati.

Joseph McConde, capo della protezione civile nella provincia del Nord Kivu, ha detto che il bilancio delle vittime è salito a 32 lunedì, di cui sette uccisi dalla lava, tre dal fumo, due soffocati dal gas vulcanico e quattro morti mentre cercavano di fuggire dalla prigione di Monzensee a Goma . .

READ  L'Austria annuncia una chiusura regionale per i non vaccinatori

E l’ultima grande eruzione del vulcano Nyiragongo nel 2002 ha ucciso circa 100 persone, secondo Agence France-Presse.

Centinaia sono i senzatetto

Lunedì, la lava solida nera era ancora calda e fumante, e dozzine di persone erano uscite per controllarla o addirittura camminarci sopra, nonostante il rischio di inalare fumi tossici.

Il vulcano appariva calmo all’orizzonte, con un fumo regolare che si alzava dal cratere.

Una delegazione governativa è arrivata da Kinshasa lunedì mattina presto, mentre il presidente Felix Tshisekedi ha interrotto un tour europeo per supervisionare l’operazione di aiuto.

I residenti camminano vicino a case in rovina con lava fiammeggiante depositata dall’eruzione del vulcano del Monte Nyiragongo vicino a Goma, nella Repubblica Democratica del Congo [Djaffar Al Katanty/REUTERS]

Centinaia di persone hanno trascorso il lunedì notte in strada dopo che la lava ha distrutto le loro case.

Il portavoce del governo Patrick Moyaya ha avvertito domenica che i prezzi del cibo e di altre necessità aumenteranno a Goma mentre l’eruzione vulcanica ha tagliato diverse centinaia di metri dalla strada per Butembo, la principale rotta commerciale della regione.

Le scuole rimangono chiuse e agli alunni viene detto di restare a casa, anche se riaprono esercizi commerciali e distributori di benzina.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x