Il Canada sta aumentando la domanda di vaccini attingendo al pool globale che è stato originariamente istituito per i paesi poveri

Segui il contenuto dell’articolo

Il Canada ha lottato per mantenere una fornitura costante di vaccini, con volumi di ordini iniziali in ritardo rispetto a paesi come Stati Uniti, Regno Unito e Israele. I bassi volumi di ordini iniziali sono aggravati da carenze legate alla produzione nelle spedizioni previste da Pfizer e Moderna, gli unici due vaccini approvati finora da Health Canada. Il Canada non ha ricevuto alcuna dose la scorsa settimana e questa settimana sta ricevendo solo il 20% di ciò che Pfizer ha promesso e l’80% di ciò che ha promesso Moderna. Le province e territori, che a metà gennaio si sono avvicinati alla vaccinazione di 50.000 persone al giorno, il 31 gennaio ne hanno vaccinate solo 5.000.

Il Canada e altri paesi sviluppati sono stati criticati per aver usato la loro ricchezza e influenza per procurarsi la maggior parte dei vaccini. COVAX avrebbe dovuto impedirlo, e il Segretario per lo Sviluppo Internazionale Karina Gould ha detto mercoledì che il Canada continua a sostenere questo obiettivo e che Ottawa stava solo prelevando forniture di COVAX dalle dosi disponibili per i paesi donatori.

“Siamo stati chiari fin dall’inizio. Il Canada è molto determinato a vaccinare i canadesi assicurandosi che il resto del mondo non sia lasciato indietro. La nostra partecipazione a COVAX ne è un esempio concreto”. Il nostro contributo al meccanismo globale è sempre stato mirava a raggiungere dosi di vaccino per i canadesi, oltre a sostenere i paesi a basso reddito.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha recentemente chiesto ai paesi ricchi di iniziare urgentemente a donare le loro domande di vaccino in eccesso a COVAX per la distribuzione ai paesi in via di sviluppo, dove i tassi di vaccinazione sono tra i più bassi al mondo. “Esorto i paesi che hanno contratto più vaccini del necessario e controllano la fornitura globale a donarli e rilasciarli immediatamente a COVAX”, ha detto ai giornalisti a Ginevra venerdì scorso il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus. Tuttavia, il governo canadese ha affermato che era troppo presto per impegnarsi in una di queste donazioni.

READ  Il Consiglio dei Ministri sudanese vota per abolire la legge israeliana sul boicottaggio Notizie di politica

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x