Il Comitato contro la tortura del Consiglio d’Europa pubblica un rapporto su San Marino

Il Comitato contro la tortura del Consiglio d’Europa pubblica un rapporto su San Marino

Il Comitato europeo per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti (CPT) pubblica oggi il suo rapporto sulla visita del settembre 2022 a San Marino, accompagnato dalla risposta delle autorità sammarinesi.

La quinta visita periodica del Comitato Europeo per la Prevenzione della Tortura nella Repubblica di San Marino ha lo scopo di valutare il trattamento delle persone detenute in custodia di polizia nel carcere sammarinese e delle persone sottoposte a “cure mediche obbligatorie”, sulla base delle raccomandazioni del visita del Comitato nel 2013.Trattamento sanitario legame – TSO) e residenti della Casa di riposo “La Fiorina”.

Il rapporto afferma che non vi sono state accuse di maltrattamenti, né alcuna indicazione di tali atti, in nessuna delle strutture visitate.

Per quanto riguarda la detenzione da parte delle forze dell’ordine, il Comitato accoglie con favore i progressi compiuti nel rafforzare le garanzie contro i maltrattamenti. Le persone in custodia di polizia hanno avuto accesso rapido ed efficace a un avvocato (compreso un avvocato nominato dal tribunale), hanno potuto notificare alla persona prescelta il loro status e, a differenza del 2013, sono state sistematicamente informate di tali diritti. Tuttavia, alcuni registri di detenzione necessitano di miglioramenti, ad eccezione dei registri della polizia civile, che erano dettagliati e ben conservati. Nella loro risposta, le autorità sammarinesi hanno confermato che i registri della Gendarmeria e della Guardia della Rocca erano stati nel frattempo esaminati, in conformità con le raccomandazioni del comitato.

La delegazione ritiene che le condizioni materiali nel carcere sammarinese siano soddisfacenti. Le persone detenute avevano accesso a due arene per esercitarsi fino a sette ore al giorno, una biblioteca ben fornita e una sala comune con televisione, radio e giochi da tavolo.

READ  L'Italia propone una tassa del 26% sulle plusvalenze da asset digitali: budget 2023 di DailyCoin

Il Comitato accoglie con favore la presenza di un’équipe sanitaria specializzata nel carcere sammarinese. In situazioni di emergenza viene chiamata un’ambulanza e, se necessario, possono essere organizzate consultazioni specialistiche. Tuttavia, il Comitato esorta le autorità ad attivare il sistema di cartelle cliniche elettroniche e a conservare registrazioni complete, compresi i documenti relativi alla visita medica al momento del ricovero.

Come nel caso delle precedenti visite del Comitato europeo per la prevenzione della tortura, tutto il personale di controllo carcerario era fornito dalla Gendarmeria. Il Comitato ribadisce la sua raccomandazione secondo cui i gendarmi assegnati ai compiti carcerari non dovrebbero affatto partecipare alle indagini penali. Inoltre, il Comitato Europeo per la Prevenzione della Tortura invita le autorità sammarinesi a fornire una formazione specifica e regolare a tutto il personale che svolge compiti di custodia, compresi i volontari. Nella loro risposta, le autorità di Sanmara hanno confermato l’attuazione di queste raccomandazioni.

Il Comitato Europeo per la Prevenzione della Tortura invita inoltre le autorità sammarinesi ad adottare misure legislative per garantire che ai detenuti detenuti e condannati sia consentito, in linea di principio, ricevere visite, effettuare telefonate e inviare e ricevere lettere. Nella loro risposta, le autorità sammarin sottolineano che questa raccomandazione è stata attuata nell’ambito della legislazione penitenziaria recentemente adottata, che stabilisce anche le procedure per l’imposizione di sanzioni disciplinari.

Per quanto riguarda il tema del trattamento psichiatrico forzato, il rapporto ribadisce che le due stanze del pronto soccorso dell’Ospedale Civile sammarinese non sono adatte a pazienti affetti da crisi mentale acuta. Il Comitato chiede di essere informato sui progressi compiuti nel progetto di creazione di stanze sicure per questi pazienti. Inoltre, il Comitato europeo per la prevenzione della tortura raccomanda che almeno un infermiere psichiatrico sia presente quando qualcuno viene ricoverato involontariamente in ospedale e che venga fornita agli infermieri una formazione psicologica, anche sull’uso di mezzi di contenzione. Ribadisce inoltre la sua raccomandazione di lunga data secondo cui il giudice che autorizza il trattamento medico obbligatorio esamina sistematicamente la persona interessata prima di prendere qualsiasi decisione. Le autorità sammarinesi confermano che è stata organizzata una formazione psicologica per gli infermieri e che un infermiere qualificato sarà a disposizione 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per fornire assistenza in caso di necessità.

READ  Sarah Ali Khan è in vacanza in Italia e non è sola

La delegazione ha avuto un’impressione generalmente positiva della Casa di Cura La Fiorina, in particolare in relazione alle condizioni fisiche, al personale, alle cure e alle attività a disposizione dei residenti. CPT raccomanda di migliorare l’accesso dei residenti al parco. Nella loro risposta, le Autorità sammarinesi hanno informato il Comitato che recentemente erano stati completati i lavori di ristrutturazione per facilitare l’accesso all’area esterna. Sebbene il rapporto non trovi alcuna indicazione di uso improprio della contenzione meccanica, il comitato formula raccomandazioni specifiche per garantire che sia accompagnata da adeguate garanzie, come linee guida generali e un’adeguata supervisione medica.

Alcuni residenti sono stati portati a La Fiorina dalle loro famiglie e collocati nell’istituto senza valutazione della loro capacità decisionale e della volontà di rimanervi. Il CPT raccomanda di valutare le capacità di consenso di tutti i residenti, in particolare quando il collocamento è autorizzato dai familiari. Più in generale, è necessario un quadro giuridico completo e chiaro per il ricovero forzato nelle case di cura, soprattutto nei casi in cui le restrizioni alla circolazione raggiungono il livello di Di fatto Privazione della libertà.

Il rapporto della visita e la risposta del governo sono pubblicati su richiesta delle autorità sammarinesi.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x