Il Dipartimento di Giustizia di Trump sequestra i dati dai Democratici della Camera nell’indagine sulle perdite

WASHINGTON – Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sotto l’ex presidente Donald Trump ha sequestrato dati dai conti di almeno due membri del Comitato di intelligence della Camera nel 2018 come parte di un giro di vite sulle fughe di notizie relative alle indagini sulla Russia e ad altre questioni di sicurezza nazionale, ha riferito il Guardian. . Un funzionario della commissione e due persone a conoscenza delle indagini.

I pubblici ministeri del Dipartimento di Giustizia dell’amministrazione Trump hanno citato in giudizio Apple per i dati, secondo le persone, a cui è stato concesso l’anonimato per discutere dei sequestri classificati riportati per la prima volta dal New York Times.

Alla fine, sono stati condivisi i registri di almeno una dozzina di persone collegate al comitato di intelligence, incluso il presidente Adam Schiff, che allora era il massimo democratico del comitato. Il rappresentante della California Eric Swalwell era il secondo membro, secondo la portavoce Natalie Edelstein. Secondo il funzionario della commissione, sono stati identificati i registri di assistenti, ex assistenti e familiari, compreso un minorenne.

Apple ha dichiarato al comitato il mese scorso che i loro record erano stati condivisi, ma non ha fornito dettagli completi. Il funzionario ha affermato che la commissione era a conoscenza, tuttavia, che i metadati degli account erano stati rivelati. Un’altra persona ha affermato che i registri non contengono altri contenuti dei dispositivi, come foto, messaggi o e-mail. La terza persona ha affermato che Apple ha rispettato la citazione, ha fornito le informazioni al Dipartimento di Giustizia e non ha immediatamente informato i membri del Congresso o il comitato della divulgazione.

Mentre il Dipartimento di Giustizia conduce regolarmente indagini su informazioni trapelate, compresa l’intelligence classificata, l’apertura di un’indagine del genere sui membri del Congresso è estremamente rara.

READ  Quel giorno gli inglesi bruciarono il Campidoglio e santificarono Washington

Il tentativo dell’amministrazione Trump di ottenere di nascosto l’accesso ai dati dei singoli membri del Congresso e di altri associati al comitato è arrivato mentre il presidente era sia pubblicamente che privatamente arrabbiato per le indagini – sul Congresso e sull’allora consigliere speciale Robert Mueller – sui suoi legami con la campagna. in Russia. Descrivendo le indagini come una “caccia alle streghe”, Trump ha regolarmente criticato Schiff e altri democratici su Twitter e ha ripetutamente respinto le fughe di “notizie false” che ha trovato personalmente dannose per la sua agenda. Mentre le indagini giravano intorno a lui, ha chiesto lealtà al Dipartimento di Giustizia che spesso considerava il suo studio legale personale.

“Queste azioni sembrano essere un altro oltraggioso attacco alla nostra democrazia” dell’ex presidente, la presidentessa della Camera Nancy Pelosi, una democratica della California, ha dichiarato in una nota.

“La notizia della politicizzazione del Dipartimento di Giustizia nell’amministrazione Trump è spaventosa”, ha detto.

Schiff, ora presidente della commissione, ha confermato in una dichiarazione giovedì sera che il Dipartimento di Giustizia ha notificato alla commissione a maggio la chiusura dell’indagine. Tuttavia, ha detto, “Penso che siano necessarie più risposte, motivo per cui penso che l’ispettore generale dovrebbe indagare su questo e altri casi che indicano l’armamento delle forze dell’ordine da parte di un presidente corrotto”.

Il funzionario del comitato ha affermato che il ministero della Giustizia ha informato l’Autorità di intelligence all’epoca che la questione non era stata deferita a nessun altro ente o organismo investigativo, e il ministero lo ha confermato nuovamente al comitato giovedì.

Il funzionario della commissione ha affermato che la commissione ha continuato a cercare ulteriori informazioni, ma il Dipartimento di Giustizia non si è fatto avanti in modo tempestivo, comprese domande come se l’indagine fosse strutturata correttamente e se si rivolgesse solo ai democratici.

READ  Putin conferma l'uscita della Russia dal trattato di sorvolo

Non è chiaro perché il Dipartimento di Giustizia di Trump abbia preso di mira un minore come parte dell’indagine. Swalwell ha confermato che gli era stato detto che i suoi dati erano stati identificati, dicendo alla CNN giovedì sera che era a conoscenza di un minore coinvolto e “credo che siano stati presi di mira in modo punitivo e non per nessun motivo legale”.

Un altro rappresentante democratico del comitato per l’intelligence, il rappresentante dell’Illinois Mike Quigley, ha affermato di non aver trovato “sorpresa remota” che Trump stesse cercando di registrare i membri del comitato durante l’indagine sulla Russia.

“Fin dai miei primi giorni come parte delle indagini russe, mi aspettavo che qualcuno alla fine ci avrebbe provato – non ero sicuro se sarebbe stato un governo ostile o il mio”, ha detto Quigley.

Non vi è alcuna indicazione che il Dipartimento di Giustizia abbia utilizzato gli atti per perseguire qualcuno. Dopo che alcune informazioni sono state declassificate e rese pubbliche durante gli ultimi anni dell’amministrazione Trump, alcuni pubblici ministeri erano preoccupati che anche se avessero potuto presentare un caso di fuga di notizie, la loro azione penale sarebbe stata difficile e difficilmente sarebbe stato condannato. di persone ha detto. Gli agenti federali hanno interrogato almeno un ex membro del comitato nel 2020, ha detto la persona, e alla fine i pubblici ministeri non sono stati in grado di dimostrare il caso.

La notizia arriva sulla scia delle rivelazioni secondo cui il Dipartimento di Giustizia ha segretamente sequestrato tabulati telefonici appartenenti ai giornalisti del New York Times, Washington Post e CNN nell’ambito dell’indagine penale sulla fuga di notizie. Sulla scia delle proteste delle organizzazioni per la libertà di stampa, il Dipartimento di Giustizia ha annunciato la scorsa settimana che avrebbe interrotto la pratica di rintracciare le fonti di informazione dei giornalisti.

READ  Il governo siriano e l'opposizione iniziano a redigere la costituzione | Notizie sulla guerra in Siria

—-

Lo scrittore dell’Associated Press Eric Tucker ha contribuito a questo rapporto.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x