Il gol dell’Italia appare come Kakas in Belgio

Dopo appena 19 partite per la Jupiler Pro League belga Sint Truiden VV, il frenetico terzino sinistro è già stato preso di mira dalla Juventus per la sua squadra U-23 e si sta permettendo di sognare ad occhi aperti in futuro a casa dei suoi nonni.

È stato reclutato prima Saint-Truidense L’allenatore Kevin Muscat – esonerato dopo appena 14 partite a dicembre – Kakas ha lavorato, ha illuminato la fascia sinistra con il suo zelo offensivo, proprio come ha fatto in A-League con Wellington Phoenix.

“Sono venuto qui conoscendo l’allenatore Kevin e ho una relazione (a lungo termine) con (assistente all’epoca) Luke, mi vedi”, ha detto.

“Sapevo che mi sarei sistemato bene, ma non pensavo che (necessariamente) avrei continuato a giocare con il nuovo allenatore (Peter Mays).

“Mi ha sorpreso categoricamente e penso di aver fatto davvero bene finora.

“Il nuovo allenatore è arrivato e ha cambiato molto e abbiamo iniziato a ottenere risultati (sei vittorie e un pareggio nelle ultime 11 partite).

“Mi aiuta a trasformarmi in un giocatore migliore.

“Kevin è stato sfortunato perché le cose non stavano andando come volevamo e piccoli errori ci stavano costando, mentre ora stiamo diventando verdi e abbiamo trovato una formula vincente”.

Kakas, il figlio del titolare di un ristorante Wellington a Napoli, è “soddisfatto” dell’attenzione della Juventus, e non ha paura di discutere di cosa possa avere in serbo il prossimo capitolo.

Ha detto: “L’interesse e le voci mi motivano a continuare a fare bene, e mostra che le persone stanno guardando”.

“Ho trascorso altri due anni qui e sono grato per questa opportunità.

Ovviamente è il sogno di tutti giocare ai massimi livelli e la prima divisione è là fuori con i migliori tornei.

READ  La Biblioteca di Huntington è stata riaperta per la prima volta in più di un anno - CBS Los Angeles

“Il mio sogno è giocare lì un giorno. Mio padre (Antonio) è un grande tifoso del Napoli ed è per questo che gioco a calcio e lavoro ogni giorno per la famiglia.

“Se potessi giocare con loro ad un certo punto, sarebbe il massimo per me.

Mio padre è nato e cresciuto lì e anche mia madre ha trascorso diversi anni lì.

“Abbiamo dei parenti in Costiera Amalfitana e anch’io sono in contatto con loro”.

Nonostante abbia lasciato il locale con Muscat, Cacace ha ancora contatti con Trani – che lo ha incontrato per la prima volta quando era ancora ragazzo al ristorante di famiglia, La Bella Italia – descrivendolo come “un’altra figura paterna”.

Ha aggiunto: “È stato un grande supporto per me e sono fortunato ad averlo accanto a me con la sua vasta conoscenza del gioco”.

“Siamo ancora in contatto e gli chiederò sempre un consiglio.

“Ero solo un ragazzino quando faceva parte dello staff tecnico di Phoenix e veniva al ristorante con l’intera squadra.

“Mio padre gli ha detto che potevo giocare un po ‘e che avrebbero dovuto prestare attenzione a me.

“Ovviamente all’epoca risero tutti, come tutti gli altri.

“Mi sono allenato duramente e Luke mi ha aiutato molto in questo e adattandomi al ritmo e al dinamismo del gioco qui.

“Ho dovuto adattarmi al ritmo delle partite e alla pressione a questo livello perché la posta in gioco è alta con alti e bassi”.

Dopo aver ricevuto cinque cartellini gialli, Kakas – che è stato a riposo nella vittoria infrasettimanale per 2-0 della Coppa sul Lucerna Timsi – non è idoneo per la trasferta notturna al KV Oostende.

Ma tornerà per la partita di coppa infrasettimanale contro il Genk Danny Vukovic.

“Devo continuare a esibirmi per il club e vorrei aggiungere alcuni assist al mio nome (ne ha due finora) e aiutarci a continuare a scalare quella scala (STVV è attualmente a nove punti dalla posizione più bassa)”, ha aggiunto.

READ  Gli elettori hanno tempo fino a martedì 16 febbraio per registrarsi per le elezioni speciali del 2 marzo - Pasadena Star News

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x