Il lancio del nuovo telescopio spaziale della NASA è stato posticipato al giorno di Natale

Contenuto dell’articolo

Il lancio del James Webb Space Telescope della NASA, progettato per scrutare l’universo più lontano che mai, è stato ritardato al più presto fino al giorno di Natale, a causa del maltempo nel sito di lancio sulla costa nord-orientale del Sud America, l’agenzia spaziale statunitense detto martedì.

Il ritardo meteorologico di 24 ore allo spazioporto europeo nella Guyana francese ha seguito un ritardo di due giorni rispetto a una precedente finestra di lancio dell’obiettivo il 22 dicembre a causa di difficoltà nelle comunicazioni elettroniche tra il veicolo di lancio e il suo carico utile, secondo la NASA.

Contenuto dell’articolo

L’imballaggio del potente telescopio a infrarossi all’interno del vano di carico del razzo Ariane 5 è stato completato il 17 dicembre. Il lancio del missile è ora programmato tra le 7:20 e le 7:52 EDT (1220-1253 GMT) di sabato.

Se tutto va secondo i piani, lo strumento da 9 miliardi di dollari verrà lanciato dal razzo dopo un volo di 26 minuti nello spazio. Il telescopio Webb impiegherà quindi un mese per raggiungere la sua destinazione in un’orbita eliocentrica a circa un milione di miglia dalla Terra, circa quattro volte la distanza dalla Luna.

In confronto, il predecessore di 30 anni di Webb, il telescopio spaziale Hubble, orbita intorno alla stessa Terra da una distanza di 340.000 miglia.

Prende il nome dal capo della NASA durante la maggior parte degli anni ’60, Webb è circa 100 volte più sensibile di Hubble e si prevede che rivoluzionerà la comprensione dell’universo da parte degli astronomi e il nostro posto in esso.

READ  Ieri un asteroide gigante ha colpito la Terra

Contenuto dell’articolo

Webb vedrà principalmente l’universo nello spettro infrarosso, permettendogli di scrutare attraverso le nuvole di gas e polvere dove nascono le stelle, mentre Hubble ha lavorato principalmente a lunghezze d’onda ottiche e ultraviolette.

Lo specchio primario del nuovo telescopio – composto da 18 pezzi esagonali di metallo berillio placcato in oro – ha anche un’area di raccolta della luce molto più ampia, che gli consente di osservare oggetti a distanze maggiori, lontane nel tempo, rispetto al telescopio Hubble.

Gli astronomi affermano che l’anticipo farà luce su uno sguardo nell’universo mai visto prima, risalente a soli 100 milioni di anni dopo il Big Bang, il punto di infiammabilità teorico che ha portato all’espansione dell’universo visibile circa 13,8 miliardi di anni fa. .

Gli strumenti di Webb consentono anche di cercare atmosfere potenzialmente vitali attorno a dozzine di esopianeti recentemente documentati – corpi celesti in orbita attorno a stelle lontane – e di osservare mondi molto più vicini a casa, come Marte e la luna ghiacciata Titano.

Il telescopio è una collaborazione internazionale guidata dalla NASA in collaborazione con le agenzie spaziali europee e canadesi. Northrop Grumman era l’appaltatore principale. Il veicolo di lancio Ariane fa parte del contributo europeo.

(Segnalazione di Steve Gorman; Montaggio di Leslie Adler)

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x