Il Minnesota riceve ulteriori finanziamenti per indagare su MMIW, mossa attesa da tempo, dicono gli attivisti locali

Il Minnesota riceve ulteriori finanziamenti per indagare su MMIW, mossa attesa da tempo, dicono gli attivisti locali

Minneapolis – Il Dipartimento di Giustizia investe molto nella risoluzione dei casi che coinvolgono indigeni morti e scomparsi.

Il Minnesota è stato selezionato come una delle aree che ricevono finanziamenti e manodopera aggiuntivi per risolvere il problema crescente in questa comunità.

Sebbene costituiscano la parte più piccola della popolazione degli Stati Uniti, i nativi americani sono il secondo gruppo più alto di persone scomparse segnalate.

Ora ci sarebbero avvocati americani dedicati esclusivamente a trovare loro e i loro assassini.

Andrew Luger afferma che il suo primo caso come avvocato degli Stati Uniti riguardava abusi nel Paese indiano. Da allora, sa che si può fare di più.

“Penso che il nostro ufficio e altri studi legali degli Stati Uniti semplicemente non avessero le risorse, l’esperienza e la formazione, insieme all’FBI, per fare quello che abbiamo sempre voluto fare, ovvero scavare, cercando entrambi di risolvere questi casi e affrontarli in anticipo prima che accadano”.

Il Bureau of Indian Affairs degli Stati Uniti stima che più di 4.200 casi di indigeni scomparsi e assassinati siano irrisolti.

Ecco perché il Dipartimento di Giustizia ha incaricato cinque procuratori statunitensi e cinque coordinatori statunitensi di lavorare esclusivamente su questi crimini.

“Quindi questo ci dà l’opportunità di coordinarci più strettamente con le forze dell’ordine tribali, coinvolgere esperti e confrontare le osservazioni in tutto il paese facendo in modo che le persone coordinino questo lavoro”, ha detto Luger.

È uno sforzo esteso che secondo gli attivisti locali era atteso da tempo.

“Abbiamo molti casi irrisolti, molte storie non raccontate, molte famiglie in attesa di scoprire cosa è successo, in attesa che qualcuno indaghi su questi crimini, in attesa che qualcuno li chiami”, ha detto. Nicole Matthews, direttrice esecutiva della coalizione per le aggressioni sessuali delle donne indiane del Minnesota.

READ  Il presidente ucraino Zelensky esclude colloqui se la Russia terrà referendum

Matthews spera che avere più risorse, soprattutto a livello federale, contribuirà a portare maggiore attenzione al problema.

“Meritiamo tutti lo stesso livello di visibilità. Ci sono molti Gabby Petitos nella comunità indigena che non hanno ottenuto quel tipo di visibilità e non hanno avuto la loro faccia in tutto il paese in quel modo. E ce lo meritiamo”, ha detto Matthews. .

Sono in procinto di essere nominati per posizioni ora, dice Luger. Il nuovo staff dovrebbe essere operativo e mantenere i contatti con quelle comunità questo autunno.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x