Il sensazionale peccatore porta l’Italia alla gloria della Coppa Davis contro l’Australia

Il sensazionale peccatore porta l’Italia alla gloria della Coppa Davis contro l’Australia

L’Italia ha vinto il titolo di tennis della Coppa Davis per la prima volta dal 1976 dopo che Jannik Sinner ha sconfitto Alex de Minaur 6-3, 6-0 battendo l’Australia 2-0 domenica a Malaga.

La quarta testa di serie al mondo ha vinto il secondo singolare dopo che Matteo Arnaldi ha sconfitto Alexei Popyrin 7-5, 2-6, 6-4 nella partita inaugurale.

Sinner, che sabato ha battuto straordinariamente la stella di punta Novak Djokovic due volte in un giorno mentre l’Italia si è sbarazzata della Serbia, ha rivendicato il secondo titolo del suo paese contro il 28 volte vincitore Lleyton Hewitt con stile.

“Mi sentivo molto bene oggi – ha detto Sinner – Questa è una vittoria davvero importante per me, per tutta la squadra e per l’Italia insieme”.

“Questo è qualcosa di veramente diverso e speciale, perché non giochi per te stesso, ma per tutta la squadra”.

L’italiano ha demoralizzato l’esuberante De Minaur con una prestazione implacabile, sopraffacendolo con feroci colpi da fondo campo per la gioia della maggior parte del pubblico gremito dello Stadio Martin Carpina.

Sinner aveva vinto ciascuno dei cinque incontri precedenti della coppia e questa volta il numero 12 del mondo non si è avvicinato, venendo brutalmente smantellato in 81 minuti.

L’Australia continua l’attesa per una Coppa Davis, essendo apparsa l’ultima volta nel 2003, ma l’Italia, che ha raggiunto la finale per l’ultima volta nel 1998, ha festeggiato selvaggiamente quando De Minaur è passato a lato per concludere l’incontro.

Sabato l’Italia era sull’orlo dell’eliminazione, ma Sinner ha salvato tre match point contro Djokovic per forzare un doppio decisivo.

READ  Franck Ribery, leggenda della Francia e del Bayern Monaco, ha annunciato il suo ritiro all'età di 39 anni

“Ieri eravamo a un punto dall’eliminazione e ora possiamo festeggiare la vittoria, penso che possiamo essere tutti molto felici”, ha detto Sinner dopo aver posto fine ai 47 anni di attesa dell’Italia, il terzo divario più lungo tra i titoli della Coppa Davis. data.

Sinner, che ha perso la finale della stagione ATP contro Djokovic una settimana fa a Torino, merita un riconoscimento speciale per le sue straordinarie prestazioni a Malaga, dove ha vinto tutte e cinque le partite in cui ha giocato.

Si è concentrato con forza fin dall’inizio e ha rotto il servizio dell’avversario all’inizio del primo set portandosi in vantaggio per 2-1 con un lungo tiro al volo di De Minaur, rafforzato poi con un potente dritto.

Il 22enne giocatore è riuscito a ottenere tre set point e ad aggiudicarsi il primo set nel secondo set quando De Minaur ha tirato un tiro diretto fuori dalla linea di fondo.

Nel secondo set, Sinner ha segnato 19 gol vincenti contro soli cinque errori non forzati per suggellare la vittoria.

“Troverò il modo di migliorare e di poter far male a questo tipo di giocatori”, ha detto De Minaur, che ha subito anche una delusione contro l’Australia nella finale dell’anno scorso.

“Oggi non ne avevo abbastanza.”

Aggrapparsi

Arnaldi ha dovuto resistere per battere Popyrin nella prima partita.

Un emozionato Arnaldi ha detto: “Penso di aver vinto una delle partite più importanti della mia vita e non so cosa dire adesso”.

“Mi dispiace per Alexei, perché sicuramente meritava di vincere, avrebbe giocato meglio, ma a volte Davis è così”.

Arnaldi, 44esimo in classifica, ha scambiato le pause con Popyrin e ha convertito un quarto set point per vivere una prima partita turbolenta.

READ  Coppa d'Africa 2021: la Guinea Equatoriale stordisce l'Algeria

L’australiano ha risposto forte nella seconda partita, lanciandosi in un doppio break e mantenendosi sul 4-0.

Arnaldi ci riesce finalmente nel quinto game, ma Popyrin, che nel secondo set ha servito sei ace allo zero dell’italiano, lo serve per segnare il terzo gol decisivo.

Il volubile Arnaldi ha salvato punti al servizio nel primo, secondo e quarto gioco di servizio senza mettere pressione sul servizio di Popyrin fino a guadagnare un break point, che il 24enne ha parato per pareggiare il punteggio sul 4-4.

Popyrin era in testa ma non è riuscito a capitalizzare per sfondare, con Arnaldi che ha salvato un altro break point portandosi in vantaggio per 5-4.

Nonostante la sua superiorità per gran parte del terzo set, Arnaldi è riuscito a sfruttare il primo set point per portare l’Italia in vantaggio con un potente dritto, e Sinner ha portato a termine l’impresa senza tante storie.

Hewitt, che ha giocato per l’Australia l’ultima volta che ha vinto la coppa 20 anni fa, ha detto: “(Sinner) ha ripetuto quello che ha fatto ieri contro Novak e ha giocato molto bene”.

“Penso che anche le condizioni e la superficie si adattino perfettamente a lui, il che rende la vita molto difficile.”

La vittoria ha concluso un anno fantastico per il tennis italiano, dopo che la squadra femminile si è classificata seconda alla Billie Jean King Cup.

Questo è un articolo in primo piano disponibile esclusivamente per i nostri abbonati. Per leggere più di 250 articoli in primo piano ogni mese

Hai esaurito il limite degli articoli gratuiti. Per favore, sostenete il giornalismo di qualità.

Questo è il tuo ultimo articolo gratuito.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x