Jamal Lewis ringrazia il presidente dell’Irlanda del Nord Michael O’Neill per la sua fede

Jamal Lewis ringrazia il presidente dell’Irlanda del Nord Michael O’Neill per la sua fede

Jamal Lewis ha ringraziato l’allenatore dell’Irlanda del Nord Michael O’Neill per aver creduto in lui e ha rivelato come ha sopportato i “giorni bui” alla periferia di Newcastle.

Il 25enne ha iniziato il 2-0 di giovedì contro il San Marino nelle qualificazioni a Euro 2024 e ha fornito l’assist per il secondo dei due gol di Dion Charles a Serravalle, un momento di festa per un giocatore che ha collezionato solo tre presenze in questa stagione.

Lewis, parte dell’ultima squadra dell’Irlanda del Nord di Ian Barraclough di novembre dopo aver saltato le due finestre precedenti, ha prodotto una solida prestazione a tutto tondo, mandando fuori in attacco mentre rintracciava il possesso.

“Mi sono sentito felice di essere in campo”, ha detto Lewis, che ha giocato solo sette minuti in Premier League in questa stagione.

“Ho passato un periodo difficile negli ultimi due anni con infortuni, salute e finalmente il mio corpo è a posto; sono pronto per giocare, ma sfortunatamente non ho avuto il tempo di gioco che avrei potuto amare al Newcastle .

“Quindi è sempre un piacere uscire con la mia squadra nazionale e sono contento che Michael abbia riposto la sua fiducia in me anche se non avevo i minuti nelle gambe per uscire e giocare per la squadra”.

Quando Lewis è apparso per la prima volta nella foto dell’Irlanda del Nord, stava viaggiando con Norwich. Dopo averli aiutati a ottenere la promozione, è stato uno degli artisti di spicco mentre hanno combattuto senza successo contro la retrocessione.

READ  Meloni, Italia, si impegna a sostenere l'Emilia-Romagna colpita dalle inondazioni

Il Norwich ha rifiutato un’offerta del Liverpool prima che Lewis si unisse al Newcastle per 15 milioni di sterline nel 2020, ma i fastidiosi infortuni lo hanno tenuto fuori dai giochi sotto Steve Bruce, e con gli investimenti che si riversavano nel Tyneside non è stato in grado di unirsi alla squadra di Eddie Howe dopo l’operazione alla coscia della scorsa stagione. .

“Cento per cento, ci sono stati giorni bui”, ha detto Lewis. “Ovviamente il calcio è tutto sfarzo e glamour, ma il lato oscuro o il lato psicologico del calcio è ciò di cui non si parla tanto quanto dovrebbe.

“È stato difficile passare dal giocare settimana dopo settimana al Norwich a non giocare e poi infortunarsi e un duro infortunio che non riesco davvero a superare. Può giocare un ruolo molto negativo sulla tua salute mentale”.

Perdere il suo posto è costato la fiducia di Lewis, un circolo vizioso che ha reso difficile mettere in campo una prestazione in allenamento che potesse riportarlo indietro. Notti come il giovedì possono solo aiutare.

“Hai dei dubbi quando entri in campo se riesci ad arrivare ai livelli che sai che possono, ma sono stato in una buona posizione per molto tempo ormai”, ha detto. Quasi come un leone pronto ad uscire dalla sua gabbia.

“Ovviamente i tifosi, sia a livello di club che a livello internazionale, non lo vedono o non possono vederlo quotidianamente e quando mi alleno. Ma mi sento bene, mi sento in salute, mi sento felice, quindi mi limito a voglio condividerlo in campo dopo una settimana, una settimana fuori adesso.

READ  I politici giurano di agire dopo che i tifosi italiani si sono scontrati in autostrada

O’Neill, che è tornato al suo lavoro in Irlanda del Nord a dicembre, credeva fermamente in Lewis quando gli ha consegnato il suo debutto contro la Corea del Sud nel 2018.

La coppia si è incontrata due settimane prima di questa finestra internazionale, dove si è svolta una conversazione davanti a un caffè che ha permesso a Louis di capire la sua importanza per l’Irlanda del Nord.

“Sto solo raggiungendolo e parlando di come vuole che giochi la squadra e quale ruolo mi vede giocare; questo significa molto per te”, ha detto Lewis.

“Ti fa prendere il comando con molti nuovi giocatori e giovani in arrivo e sento di poterli aiutare e catturare rapidamente ed è quello che dobbiamo fare.

“Gli Europei della prossima estate, vogliamo esserci, quindi non abbiamo molto tempo per rimetterci in piedi e giocherò un ruolo il più importante possibile per aiutare i ragazzi a rimettersi in piedi il più velocemente possibile. “

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x