Jannik Sinner porta l'Italia a vincere la prima Coppa Davis in quasi 50 anni

Jannik Sinner porta l'Italia a vincere la prima Coppa Davis in quasi 50 anni

Jannik Sinner ha proseguito la sua impresa contro Novak Djokovic portando l'Italia al primo titolo di Coppa Davis in 47 anni.

Mentre sabato Sinner si trovava a tre match point con l'Italia in svantaggio per 1-0 contro la Serbia, sembrava altamente improbabile che avrebbe alzato il trofeo 24 ore dopo.

Ma il numero quattro del mondo in qualche modo si è ripreso sconfiggendo Djokovic e ripetendo l'impresa del doppio con Lorenzo Sonego, per poi battere l'australiano Alex de Minaur 6-3, 6-0 domenica ottenendo una vittoria per 2-0.

Ha scatenato gioiosi festeggiamenti tra i compagni di squadra di Sinner e il pubblico dominato dagli italiani nell'affollato e vivace Palazzo Martin Carpina di Malaga.

La vittoria ha regalato all'Italia il secondo titolo di Coppa Davis dopo il successo nel 1976, mentre continua a raccogliere i frutti dei suoi significativi investimenti nel tennis maschile negli ultimi anni, mentre per l'Australia è stato ancora più deludente dopo la sconfitta per 2-0 contro il Canada nel gli ottavi di finale. mesi fa.

L'Italia festeggia il momento della vittoria a Malaga

(Immagini Getty per ITF)

In Sinner, l'Italia ha una potenziale stella ed era giusto che il 22enne, che ha vinto i titoli di singolo e doppio nei quarti di finale e nelle semifinali, fosse l'uomo a conquistare il titolo.

Considerata la forza dell'Australia nel doppio, forse la vittoria decisiva è stata quella di Matteo Arnaldi contro Alexei Popyrin.

READ  "Ho deciso di scegliere Pedro, la scelta di Spinazola! Smalling e i portieri ..." - SOS Fanta

La tensione è apparsa evidente nel confronto tra due giovani privi di esperienza in Coppa Davis, ma è stato il 22enne Arnaldi a gestire al meglio la situazione, vincendo 7-5, 2-6, 6-4.

Il 24enne Popyrin sembrava avere il controllo dopo aver perso il primo set e ha realizzato otto break point nel set decisivo, ma Arnaldi è stato premiato per il gioco coraggioso nei momenti decisivi ed è stato il suo avversario a rafforzare la presa quando davvero era necessario importava.

“È molto emozionante, perché un mese fa è morta una persona molto importante per me e la mia ragazza, quindi questo è per lui – ha detto Arnaldi piangendo -. Penso di aver vinto una delle partite più importanti della mia vita.

“Mi dispiace per Alexei, perché sicuramente meritava di vincere. Stava giocando meglio. Ma a volte Davis (la Coppa) è così. La mia squadra tifava molto e penso che questo mi abbia aiutato molto”.

Popyrin era sconvolto, dicendo: “È straziante. L'ho lasciato scivolare e fa male”.

De Minaur ha un ottimo record nella competizione, ma è entrato nell'incontro imperdibile sapendo di aver perso tutte e cinque le partite precedenti contro Sinner.

Il programma era a suo favore dopo aver avuto un giorno per prepararsi dopo la comoda vittoria in semifinale contro la Finlandia e quando è sceso in campo c'era una vera energia nel suo passo.

Ma le grandi armi di Sinner hanno cominciato presto a influenzare il corso della partita, e l'italiano ha rotto due volte il servizio del suo avversario nel primo set.

Il capitano australiano Lleyton Hewitt, che era nella squadra quando vinse l'ultima volta il titolo 20 anni fa, ha cercato di ispirare De Minaur a tornare, ma questo era il momento di Sinner.

READ  Diamante salterà le finali dello United ALM

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x