Jose Mourinho ha fatto un miracolo trasformando la Roma in una delle migliori squadre d’Italia

Jose Mourinho ha fatto un miracolo trasformando la Roma in una delle migliori squadre d’Italia

La Roma è emersa come un prodigio sportivo in questa stagione grazie all’intuizione di Jose Mourinho, che ha trasformato una squadra mediocre in un top club in rotta verso la qualificazione alla Champions League.

Allo Stadio Olimpico, Mourinho assomiglia a un sanguinario dittatore che coglie ogni occasione per collegare i fedeli Gelorussi alla sua guida spirituale. Una serie di polemiche con gli arbitri, così come gli ultimi colpi sparati contro Antonio Cassano, hanno scatenato una tifoseria della Roma che ora sogna di vincere l’Europa League un anno dopo aver vinto la Conference League lo scorso maggio.

Senza Special One in panchina, la Roma non avrebbe firmato Chris Smalling con un nuovo contratto biennale e Paulo Dybala non avrebbe accettato un’offerta economica così bassa per giocare per il club. Mourinho ha costruito un lato aggressivo ed egoista che fa addormentare gli avversari come un serpente che piomba sulla sua preda.

Se rimarranno competitivi fino alla fine della stagione, sarà merito esclusivo del tecnico che, dopo il fallimento in Premier League con il Tottenham, ha scelto di ricostruirsi il posto con una squadra di fascia media finanziariamente e in palla, dove è diventato una figura influente dentro e fuori dal campo.

Jose Mourinho ha raggiunto una sorta di prodigio sportivo durante il suo periodo come allenatore alla Roma
I giallorossi sono passati da mediocri a diventare una delle migliori squadre del calcio italiano

Sul calciomercato, Eldor Shomorodov è stato finora il suo unico errore. Tuttavia, la star norvegese Ola Solbakken sembra sulla buona strada per diventare forte e coerente come Son Heung-min del Tottenham, un giocatore perfetto per la sua filosofia calcistica e con ancora molto margine di miglioramento.

Anche Nicola Zalewski, l’esterno italo-polacco promosso in prima squadra da Mourinho, è stata una delle sorprese più piacevoli per il tecnico giallorosso, che sembra aver trovato nelle giovanili l’erede di Alessandro Florenzi.

READ  TAG Heuer Formula 1 x Senna Edizione Speciale

Le decisioni di Mourinho sono sempre state prese per rafforzare la squadra emotivamente debole. Rui Patricio, Smalling, Nemanja Matic, Dybala e Tammy Abraham hanno tutti accettato di restare al club o prolungare i loro contratti solo per la sua presenza, permettendogli di migliorare il carattere dell’intera squadra.

La squadra che tutti temono di affrontare

Ogni squadra ora ha paura di affrontare la Roma. Ci sono molte ragioni per questo e una di queste è la loro fantastica organizzazione tattica sotto Mourinho.

I suoi tre difensori – Roger Ibanez, Gianluca Mancini e Smalling – sono spesso un muro invalicabile, e il centrocampo è finalmente fiorente grazie alla forza e all’intelligenza di Nemanja Matic, altro top player arrivato in Italia al termine della sua impressionante carriera in Premier League. .

Sebbene non sia affatto la migliore in Italia, la Roma è sicuramente una delle peggiori squadre che l’Europa abbia affrontato a causa del ritrovato entusiasmo dopo aver vinto la Conference League lo scorso anno.

Il centrocampista Nemanja Matic (sopra) ha contribuito a trasformare la Roma in una squadra che tutti temono di affrontare

La Roma ha dimostrato di avere un ottimo rapporto tra risorse tecniche e tattiche, che le permette di ottenere solidi risultati sul campo. Non giocano a calcio divertente, il che a volte può essere fastidioso, ma anche quando giocano male ottengono punti preziosi nella loro corsa alla qualificazione per la Champions League.

Mourinho ha eliminato anche il fantasma di Nicolo Zaniolo e ha invece costruito la sua squadra attorno a Dybala, sacrificando Abraham nel processo, assicurando 53 punti e 16 vittorie con 39 gol e 26 subiti: un’ottima rimonta che li ha lasciati terzi in Serie A. Classifica dietro Napoli e Lazio.

Mourinho resterà?

READ  Il Tottenham preme per ingaggiare il 25enne nazionale italiano

Mourinho si trova bene alla Roma ed è a suo agio con l’ambiente, ma la permanenza o meno dopo la fine della stagione dipende dalla qualificazione alla Champions League.

In pochi anni al club, l’ex allenatore del Tottenham è diventato un leader della folla all’Olimpico, e il suo gesto nella vittoria di questo mese sulla Sampdoria ha messo a tacere i tifosi della Roma che hanno iniziato a insultare l’allenatore rivale ed ex capitano della Lazio Dejan Stankovic. .

Mourinho è un allenatore con grandi doti comunicative, a volte eludendo le polemiche ma riuscendo sempre a mettere la Roma al primo posto.

La Roma è attualmente al terzo posto in Serie A
Mourinho ha lasciato intendere che potrebbe lasciare la Roma

Subito dopo quella partita contro la Sampdoria, Mourinho ha spaventato i tifosi aprendo le sue idee per il futuro.

Nel 2024 scade il suo contratto con la Roma, ma il tecnico portoghese ha lasciato intendere che questo potrebbe significare poco.

“Dal punto di vista contrattuale ho un contratto di un anno, ma il calcio è il calcio ea volte i contratti non sono la cosa più importante”, ha detto.

Ci sono ancora 45 giorni di calendario per fissare il suo obiettivo per la qualificazione alla Champions League e poco dopo Mourinho rivelerà una decisione definitiva sul suo futuro.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x