La Corea del Nord afferma che le esercitazioni statunitensi hanno spinto la situazione a una “linea rossa estrema” – KCNA

SEOUL (Reuters) – Il ministero degli Esteri della Corea del Nord ha dichiarato giovedì che le esercitazioni degli Stati Uniti e dei suoi alleati hanno portato la situazione a una “linea rossa estrema” e minacciano di trasformare la penisola in un “enorme arsenale di guerra e una guerra più importante zona”.

La dichiarazione, riportata dall’agenzia di stampa ufficiale KCNA, afferma che Pyongyang non è interessata al dialogo finché Washington persegue politiche ostili.

“La situazione militare e politica nella penisola coreana e nella regione ha raggiunto una grave linea rossa a causa delle sconsiderate manovre di confronto militare e delle azioni ostili degli Stati Uniti e delle sue forze affiliate”, ha detto nella dichiarazione un portavoce del ministero senza nome.

La dichiarazione citava una visita a Seul questa settimana del segretario alla Difesa americano Lloyd Austin. Martedì Austin e la sua controparte sudcoreana si sono impegnati a espandere le esercitazioni militari e a schierare più “beni strategici”, come portaerei e bombardieri a lungo raggio, per contrastare lo sviluppo di armi della Corea del Nord e prevenire la guerra.

“Questa è una vivida espressione del pericoloso scenario statunitense, che trasformerà la penisola coreana in un enorme arsenale di guerra e in una zona di guerra più importante”, afferma la dichiarazione nordcoreana.

Ultimi aggiornamenti

Visualizza altre 2 storie

La dichiarazione ha aggiunto che la Corea del Nord risponderà a qualsiasi mossa militare degli Stati Uniti e ha forti strategie di ritorsione, inclusa la sua “potenza nucleare più popolosa” se necessario.

Più di 28.500 soldati americani sono di stanza in Corea del Sud come eredità della guerra di Corea del 1950-1953, che si concluse con un armistizio piuttosto che con un trattato di pace.

READ  Il canadese Citizen Lab afferma che dozzine di giornalisti e attivisti in El Salvador sono stati presi di mira da spyware

L’anno scorso, la Corea del Nord ha condotto un numero record di test sui missili balistici, vietati dalle risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. È stato anche notato per aver riaperto il suo sito di test sulle armi nucleari chiuso, aumentando le aspettative di un test nucleare per la prima volta dal 2017.

Mercoledì a New York, il ministro degli Esteri sudcoreano Park Jin ha incontrato il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres e ha invitato le Nazioni Unite a continuare a prestare attenzione alle recenti provocazioni e agli sforzi della Corea del Nord per applicare sanzioni contro il regime solitario.

Guterres ha affermato che l’ulteriore test nucleare della Corea del Nord infliggerebbe un colpo devastante alla sicurezza regionale e internazionale e ha ribadito il suo sostegno alla costruzione di una pace duratura nella penisola coreana, secondo l’ufficio di Park.

Park è in viaggio di quattro giorni negli Stati Uniti, che includerà un incontro con il Segretario di Stato americano Antony Blinken a Washington venerdì.

Mercoledì, Stati Uniti e Corea del Sud hanno condotto esercitazioni aeree congiunte con bombardieri pesanti americani B-1B e caccia stealth F-22, nonché F-35 di entrambi i paesi, secondo il ministero della Difesa sudcoreano.

“Questa esercitazione aerea congiunta dimostra la volontà e le capacità degli Stati Uniti di fornire una deterrenza estesa forte e affidabile contro le minacce nucleari e missilistiche della Corea del Nord”, ha dichiarato il Dipartimento della Difesa in una nota.

Segnalazione di Josh Smith. Segnalazione aggiuntiva di Soo Hyang Choi. Montaggio di Jonathan Otis, Bill Berkrot e Jerry Doyle

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Un morto, altri dispersi mentre la tempesta tropicale Nora colpisce il Messico | Notizie meteo

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x