La NASA condivide un’immagine di Curiosity mentre naviga sul Monte Mercko

Il rover Curiosity opera scientificamente ed esplora la superficie del Pianeta Rosso da molto tempo. La NASA ha recentemente condiviso una foto aerea scattata dal Mars Reconnaissance Orbiter che mostra Curiosity mentre si arrampica su uno sperone roccioso chiamato Monte Merko. Curiosity esplora lo sperone roccioso, che ha preso il soprannome da una montagna francese, perché la zona retrostante è ricca di solfati.

MRO scattò Immagine 167,5 miglia sopra il rover. L’orbiter ha catturato l’immagine il 18 aprile utilizzando uno strumento per esperimenti scientifici di imaging ad alta risoluzione in grado di fotografare elementi piccoli come un tavolo da cucina. La curiosità è molto più grande delle dimensioni approssimativamente di un’auto.

The Curiosity ha scalato il Monte Sharp dal 2014 ed è la vetta centrale all’interno del Gale Crater. La sua missione è cercare nel Pianeta Rosso segni di vita microbica nel lontano passato di Marte. La curiosità ha iniziato a scalare il Monte Mercou all’inizio di marzo. La NASA ha affermato che nei primi due anni di Curiosity su Marte, ha confermato che Gale Crater era un lago nel lontano passato che conteneva componenti chimici che lo rendono adatto alla vita.

Curiosity ha anche scoperto la materia organica durante la sua missione e ha lavorato per risolvere i misteri delle mutazioni del metano nell’atmosfera marziana. Gli operatori della missione si aspettano che Curiosity faccia ulteriori scoperte mentre trascorre più tempo su Marte. Le colline alle spalle del Mont Merco dovrebbero essere ricche di solfati e Curiosity intende studiarle in dettaglio.

La NASA non è più l’unica agenzia che gestisce rover su Marte. Questo mese, la Cina ha fatto atterrare un rover sul Pianeta Rosso, diventando il secondo paese a farlo.

READ  Evan Fournier con Depp 3 contro i Portland Trail Blazers

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x