Il rover cinese Chang’e-6 trasporta un rover a sorpresa sulla luna

Il rover cinese Chang’e-6 trasporta un rover a sorpresa sulla luna

HELSINKI – Sembra che la navicella spaziale cinese Chang’e-6 trasporti un rover lunare precedentemente sconosciuto come parte dei piani di esplorazione remota della missione.

Chang’e-6 è stato lanciato su un razzo Lunga Marcia 5 da Wenchang all’inizio di maggio 3. La missione tenterà di riportare sulla Terra i primi campioni mai raccolti dal lato nascosto della Luna.

La Cina ha rivelato gli obiettivi, il sito di atterraggio e il carico scientifico della missione prima del lancio. Tuttavia, dopo il lancio, la China Academy of Space Technology (CAST), il produttore della navicella, ha rivelato un’immagine che mostra un rover attaccato al lander.

Chang’e-6 funge da backup per la missione di ritorno del campione dal lato vicino del Chang’e-5 del 2020. Con il successo di questa missione, Chang’e-6 è stato riproposto per una missione più ambiziosa per campionare il lato opposto del pianeta Luna. Un’operazione simile ha visto la missione di backup Chang’e-4 atterrare nel cratere Von Kármán, sul lato nascosto della Luna, in seguito al successo della missione del lander e rover Chang’e-3.

La missione Chang’e-6 include nuovi carichi utili internazionali – provenienti da Francia, Svezia, Italia e un cubesat pakistano – e ora un rover aggiuntivo, qualcosa che Chang’e-5 non trasporta.

Si sa poco del rover, ma il rover Chang’e-6 è stato menzionato in a posta Dall’Istituto di Ceramica di Shanghai (SIC) dell’Accademia Cinese delle Scienze (CAS). Indica che la piccola macchina trasporta uno spettrometro per immagini a infrarossi.

Il carico utile utilizzerà il modo in cui diversi minerali e composti assorbono ed emettono radiazioni infrarosse in modi distinti per determinare la composizione delle rocce, del suolo e della regolite sulla superficie lunare. Questo può essere usato per rilevare l’acqua.

READ  Scoprire i segreti della formazione stellare in IC 3476

Non è chiaro come il rover, attaccato al lato del lander, scenderà in superficie. Può essere rilasciato o utilizzare una scala pieghevole o un altro meccanismo. Il rover può comunicare con il lander tramite WiFi. Date le dimensioni ridotte del lander e la sua breve durata, il rover avrà probabilmente tempi operativi e obiettivi limitati.

L’orbiter e il rover spaziale cinese Tianwen-1 sono stati fotografati da una fotocamera rimossa nell’ottobre 2020. credito: CNSA

Pacchetti sorpresa

Questa non è la prima volta che la Cina include ulteriori veicoli spaziali nelle sue missioni. Il razzo cinese Tianwen-1 Mars ha riservato una serie di sorprese intermittenti. Ha lanciato per la prima volta un veicolo spaziale usa e getta mentre era in orbita di trasferimento e ha scattato fotografie del pianeta La navicella spaziale Tianwen-1 nello spazio profondo In viaggio verso Marte.

Anche la navicella spaziale Zhurong, atterrata sul Pianeta Rosso come parte della missione, ha lasciato cadere una telecamera. Questo ha fotografato il rover e ha utilizzato la rete WiFi per inviare le immagini a Zhurong.

Quindi la navicella spaziale Tianwen-1 Ripeti il ​​trucco del selfie Con un’altra fotocamera staccabile mentre sei in orbita attorno a Marte.

Programma della missione Chang’e-6

Chang’e-6 raggiungerà probabilmente la Luna nella tarda serata di martedì ET (mercoledì mattina UTC, 8 maggio) ed entrerà nell’orbita lunare. La Cina non ha ancora pubblicato un calendario ufficiale chiaro per la missione. Tuttavia, secondo le informazioni pubblicate dal Deep Space Exploration Laboratory (DSEL) della China National Space Administration (CNSA), la durata prevista è di 53 giorni dal lancio all’atterraggio.

È possibile che le condizioni di illuminazione sopra l’area di atterraggio del bersaglio all’interno del cratere Apollo non siano immediatamente adatte per l’atterraggio e le operazioni di superficie. Il tramonto sul cratere Apollo avverrà all’inizio del 13 maggio UTC, secondo il Moon Observing Program.

READ  Curiosity Rover ha scattato un enorme selfie da 318 MP su Marte

L’alba avverrà il 28 maggio, il che significa che Chang’e-6 probabilmente tenterà un atterraggio all’inizio di giugno. Ciò significa che la navicella spaziale trascorrerà più di tre settimane in orbita lunare prima di tentare un atterraggio. I tempi del tentativo dipenderanno dall’orbita del veicolo spaziale e dai vincoli sulle condizioni di illuminazione della superficie per la generazione di energia.

Le operazioni di campionamento, come con Chang’e-5, saranno probabilmente completate entro 48 ore dall’atterraggio. I campioni verranno inviati nell’orbita lunare tramite un veicolo di risalita, che poi seguirà l’orbiter Chang’e-6. Basandosi sulla missione precedente, il duo wirsiano si incontrerà probabilmente circa due giorni dopo il lancio, mentre il riser verrà eliminato dopo altri due giorni.

L’orbiter si prepara quindi a lasciare l’orbita lunare all’ora calcolata. Lancerà quindi la capsula di rientro prima di tornare sulla Terra, intorno al 25 giugno. L’orbiter probabilmente accenderà i suoi motori per inviare la navicella spaziale in una missione secondaria, se ha propellente rimasto. L’orbiter Chang’e-5 ha visitato il punto Lagrange 1 Sole-Terra ed è entrato in un’orbita retrograda oltre la Luna come parte di una missione di estensione.

In caso di successo, i campioni consegnati dalla missione Chang’e-6 potrebbero cambiare la nostra comprensione della Terra e della Luna. Potrebbero anche fornire nuovi indizi sulla storia antica del sistema solare.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x